\\ Home page : Articolo : Stampa
PER LA GIPSY MUSICAL ACADEMY GRAN FINALE SUL PALCO DI ITALIA'S GOT TALENT
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/03/2019 alle  15:37:36, nella sezione EVENTI,  248 letture)
Tornano venerdì 22 marzo sul palco di «Italia’s Got Talent» (in onda su Sky Uno e sul canale 8 del digitale terrestre) i ragazzi della Gipsy Musical Academy di Torino guidati dalla coreografa Cristina Fraternale, una scuola dedicata all’insegnamento delle discipline artistiche del musical. Una esibizione perfetta e accattivante quella già presentata al pubblico e alla giuria che li ha spediti dritti alla finale in diretta del 22 marzo. Punto cruciale dell’esibizione la canzone «This is me» tratta dal film «The greatest showman» di Micheal Gracey sulla vita di Phineas Taylor Barnum, che costruì la sua fortuna fondando un circo composto da personaggi riconosciuti come fenomeni da baraccone. La canzone, struggente, nel film viene cantata da una donna cannone che, allontanata da una festa organizzata dal suo scopritore, con voce meravigliosa intona: «Io sono questo e non mi vergogno per ciò che sono». Nel cast anche alcuni giovani artisti siciliani tra cui spicca Marco Moncada, siracusano, figlio d'arte (il padre è un noto pittore), che da anni studia a Torino per intraprendere una carriera di attore e cantante per la quale è molto dotato, sia per qualità fisiche che per talento. Questi ragazzi - dice la coreografa riferendosi ai componenti della Gipsy Musical- sono delle perle meravigliose. Quella sera ci hanno fatto venire la pelle d’oca. La maggior parte di loro studia in accademia di giorno e la sera lavora per pagarsi la retta. Ce la stanno mettendo tutta per vincere il premio finale di centomila euro. A supportarli, oltre a Cristina Fraternale per la danza, ci sono la direttrice dell’accademia Neva Belli Sacchetti per la recitazione, Marta Lauria per il canto e il chitarrista Tony de Gruttola, cui è affidata l’intera direzione musicale. per la finale verrà messa in scena una storia vera. Questa volta sul palco saranno addirittura in 74: L’ultima esibizione era andata in onda a febbraio ma era stata registrata tempo prima e aveva visto in campo 60 giovani: da allora alcuni allievi hanno iniziato a lavorare e altri si sono aggiunti. Torino sembra essere la città giusta per chi sogna di diventare artista perché oltre le grandi compagnie ci sono anche piccoli collettivi che mettono in piedi spettacoli di tutto rispetto.