\\ Home page : Articolo : Stampa
MAGIA E MISTERO NELLE PITTURE DI LUIGI DRAGO IN MOSTRA AL CONVENTO DEL RITIRO DI SIRACUSA
di Redazione (pubblicato il 20/08/2018 alle  20:31:16, nella sezione ARTE,  409 letture)
Sabato 1 settembre l'ex Convento del Ritiro di via Mirabella ospiterà la mostra personale del pittore siracusano Luigi Drago, artista dotato di buona conoscenza tecnica e ricca immaginazione, elementi questi necessari a qualsivoglia creazione pittorica. "Artista indipendente", ama definirsi, ma da chi dovrebbe dipendere un artista se non da se stesso? Il suo mondo è onirico, spaziale, narrativo e affascinante, affonda nel mistero le sue radici e nella dimensione del femminile come animalità sublime. Questa del divino femminile è una costante della sua poetica che riappare in numerose tele con varie declinazioni, a volte echeggia atmosfere alla De Chirico ed evidenti accenni al surrealismo e al simbolismo, altre volte la sua fervida immaginazione attinge ai miti dei greci d'occidente. L'inaugurazione dell'evento è prevista per le 19,00 con la presentazione del critico d'arte Raimondo Raimondi che così si esprime sulle tematiche dell'artista in mostra: "Chi crea un’opera d’arte è, in buona sostanza, un medium, poiché rende visibile ciò che è percepito a livello intimo ed inconscio, fa emergere emozioni e stati dell’animo reconditi e, per sovrappiù, li rende percepibili agli altri attraverso l’universalità dell’immagine e della parola o il codice convenzionale dei segni e dei colori. La creazione artistica è perciò un evento misterioso, legato a possibilità percettive più estese rispetto al sentire comune e quotidiano. A volte queste possibilità percettive sono così vaste che nemmeno gli stessi autori ne hanno piena coscienza, bensì agiscono d’istinto, abbandonandosi ai sensi e alle emozioni. Luigi Drago crea un suo dipinto attingendo a quella parte del mondo immaginifico congeniale alla levatura del suo pensiero, tanto più misterioso e difficile da decifrare quanto più profonda e complessa è la sua personalità. A volte il progetto creativo rimane legato ad immagini reali od oniriche che consentono interpretazioni dirette, altre volte l’artista si affida a semantiche criptiche di più complicata lettura". Luigi Drago nasce nel 1970 a Siracusa. All’età di 12 anni capisce di avere predisposizione per la pittura. Inizia a disegnare fumetti e negli anni sviluppa la passione per l’arte che diventa un lavoro. Inizia così a viaggiare per il mondo affinando la sua tecnica pittorica prima negli Stati Uniti, a New York, collaborando spesso con artisti di strada nella centralissima Manhattan e successivamente a Miami dove incontra il maestro statunitense Bill Beckley che lo indirizza e gli dispensa consigli utili nel suo percorso pittorico. Ritornato in Italia comincia a esporre le sue opere in mostre private: Palazzo Beneventano a Siracusa, mostra collettiva Associazione S.i.c.u.l.i a Siracusa, Giornata dell'Arte a Palermo, Festival dei due mondi a Spoleto nel 2013 come artista emergente, Rassegna d'arte Italian Festival Week 2013 negli Emirati Arabi (Dubai). Luigi Drago abbraccia iperrealismo, impressionismo e astrattismo senza alcuna difficoltà, definendosi artista a tutto tondo e poeta del colore. Attualmente vive e lavora a Siracusa.