\\ Home page : Articolo : Stampa
AL CERCHIO E' ARRIVATA "L'ORA DEI LUPI"
di Redazione (pubblicato il 11/04/2018 alle  21:29:50, nella sezione CULTURA,  244 letture)
Mercoledì 11 aprile alle ore 18,30 è stato presentato il libro di poesie di Luca Campi dal titolo "L'ora dei lupi". L'evento è stato ospitato nel salone dell'associazione Il Cerchio di Siracusa, dove hanno dialogato con l'autore il presidente del Cerchio Corrado Di Pietro e il poeta e critico Raimondo Raimondi, autore della prefazione. Rosetta Barcio ha letto alcune liriche alla presenza di Grace Kantengwa (nella foto), presidente della Inshuti Italia-Rwanda onlus, che ha presentato la sua organizzazione umanitaria alla quale andrà una parte dei proventi della vendita del libro e che si occupa di adozioni a distanza e sostegno allo sviluppo attraverso microcredito nel Rwanda e nell'Africa orientale. Luca Campi è originario di Tradate ma vive da molti anni a Siracusa, è autore di varie sillogi di poesie e vincitore di diversi premi, tra cui il Premio nazionale OK Arte - Poeti costruttori di Pace 2017. "Versi liberi e moderni, quelli di Luca Campi, - ha detto Raimondo Raimondi - variabili nella metrica, ma assolutamente musicali e godibili non solo nella lettura, ma anche e soprattutto nell'ascolto dal vivo, in un magico reading, laddove la poesia può essere ascoltata e laddove, con il linguaggio del corpo e il modo di leggere, il testo viene interpretato, aggiungendo la dimensione teatrale della dizione e della recitazione alla meraviglia del verso". Il libro di Campi consta di 174 pagine e si divide in quattro parti intitolate: "Di maghi e di farfalle", "Di un altro mondo", "Lettere dallo scoglio", "Frammenti ed altri segni". Luca Campi ha scelto di vivere a Siracusa alla fine del suo girovagare seguendo un percorso di vita e di pensiero che ha creato nella sua poesia interessanti tessiture scaturite dalle contrapposte ispirazioni e dai diversi temi trattati. Per tutto ciò è affascinante - ha concluso Raimondi - "parlare del poeta Luca Campi, eccezione alla regola ed eccezionale nella qualità del suo verseggiare moderno, spregiudicato, evocativo e ricco di suggestioni di vita e di viaggio (ma cos'è la vita se non un viaggio?) con la sensibilità di chi si è fermato spesso ad ascoltare l'inquietante "urlo dei lupi".