\\ Home page : Articolo : Stampa
LA CATTIVERIA DEL SILENZIO, STORIA D'AMORE E DI SOLITUDINE
di Redazione (pubblicato il 15/05/2017 alle  10:54:05, nella sezione LIBRI,  1225 letture)

locandinaÈ nelle principali librerie e nei bookshops on line (Amazon, Ibs, etc.) l'ultimo romanzo di Raimondo Raimondi, dal titolo "La cattiveria del silenzio", pubblicato dalle toscane Edizioni Il Foglio di Gordiano Lupi. Una storia dura, condotta in prima persona dal protagonista, uomo solitario e schivo capace di intenzioni delittuose; nel suo passato una lunga storia che il lettore conoscerà pian piano attraverso una serie di flash back. L'incontro con Italia, giovane donna che non lo sfugge ma, anzi, costituisce per lui un'ancora di attracco, cambierà la sua vita fino ad una tragica conclusione. Lungo la tormentata narrazione compaiono memorie e personaggi: il notaio Adelmo Lo Monte, il monaco padre Pellegrino, lo psichiatra Mogherini, la ragazzina islamista Zora, la fattucchiera rom Josipa, il vecchio mezzadro don Totò. E, nel cammino delle pagine, considerazioni sulla vita e sulla solitudine di questo mondo contemporaneo, nel quale pare non ci si possa rapportare con i propri simili. Va in scena l'eterna lotta tra il bene e il male nel silenzio delle coscienze perchè "si nasce senza parole e con tutte le parole distrutte ce ne andiamo". Sulla copertina del romanzo "La cattiveria del silenzio" è riprodotto un particolare dell'opera del noto pittore gelese Giovanni Iudice dal titolo "Nudo e divano blu", del 2004. La prefazione del romanzo è di Davide C. Crimi che, tra l'altro, scrive: "La cattiveria del silenzio" è un romanzo lunare, che riluce di una carnalità psichica in cui s’annidano importanti considerazioni sulla contemporaneità, suggerite per suggestioni ancor più che comunicate razionalmente. Ecco la ragione dell’aggettivo “lunare”, che aderisce per emulsione alla lama metallica della narrazione, lasciando trasparire la sensibilità dell’autore e la sua salda esperienza di critico d’arte”. Infatti l'autore è giornalista e si occupa principalmente di critica d'arte. È direttore responsabile della testata giornalistica Dioramaonline. Ha pubblicato libri di poesia, narrativa e saggistica. Il suo ultimo impegno narrativo era stato "L'undicesima" (Edizioni Il Foglio, 2014).