\\ Home page : Articolo : Stampa
INIZIATIVE DEL COMUNE DI PACHINO PER IL RILANCIO DELL'ECONOMIA E PER IL DISAGIO SOCIALE
di Redazione (pubblicato il 15/12/2016 alle  17:51:48, nella sezione CRONACA,  631 letture)

pachinoIl Comune di Pachino promuove nuove start up con un contributo a fondo perduto di 20 mila euro per finanziare micro e piccole imprese, destinato a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale, del turismo, del commercio, dell’agricoltura e dell’artigianato. «Un contributo – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – che rappresenta una modalità di sostegno pubblico alle nuove imprese, specie se realizzate da soggetti under 35 e svantaggiati, in ambiti di particolare interesse. Daremo un piccolo ma importante sostegno per l’avvio di start up su precise e innovative idee progettuali, per contribuire all’avvio di nuove imprese e alleviarne i costi iniziali».

I destinatari di contributi e agevolazioni sono le micro e piccole imprese non costituite alla data di pubblicazione dell’avviso nei settori agricoltura, artigianato, commercio, industria, turismo e servizi, e possono presentare progetti e concorrere tutti i soggetti disoccupati e under 40 residenti nel comune di Pachino. «Una commissione – ha spiegato l’assessore alle Attività produttive, Gianni Scala – selezionerà i migliori progetti considerati nelle condizioni di consentire la crescita dell’economia e lo sviluppo di nuova occupazione, favorendo l’attività, specie turistico – culturale, del contesto territoriale, la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio storico paesaggistico e ambientale e la valorizzazione del commercio, attraverso la creazione di nuove micro e piccole imprese che dovranno svolgere attività per almeno 3 anni».

Le istanze potranno essere presentate entro le ore 13 del 6 febbraio 2017 al protocollo generale in via XXV Luglio o tramite pec all’indirizzo: ufficiocommerciopachino@pec.it. Il Comune di Pachino intende varare anche un “Patto sociale” che sarà sancito durante la visita pastorale in città del vescovo della diocesi di Noto, monsignor Antonio Staglianò, mercoledì 21 dicembre. «Un confronto – ha detto il presidente del consiglio comunale, Turi Borgh -, per consolidare il forte rapporto tra la comunità cattolica e la cittadinanza pachinese». «E’ forte – ha spiegato il sindaco, Roberto Bruno – il rapporto tra la diocesi di Noto e il suo rappresentante, monsignor Staglianò, e tutto il nostro territorio. Un processo di collaborazione che va oltre la fede, avviato sin dall’insediamento del vescovo e consolidato con l’adesione della Curia al Distretto Turistico degli Iblei per lo sviluppo sinergico del turismo, della ricettività e dell'offerta culturale in tutta l'area del sud est della Sicilia». Sarà quindi siglato il “Patto sociale” tra il Comune di Pachino e la Curia, per la promozione umana e sociale delle persone e delle famiglie in difficoltà. «Un maggiore impegno – ha continuato il sindaco - nei confronti dei più deboli e delle fasce sociali che meritano la massima attenzione da parte del nostro ente».