\\ Home page : Articolo : Stampa
QUALIFICATE PRESENZE E IDEE INNOVATIVE AL CONVEGNO DEL MOVIMENTO CAMBIARE
di Redazione (pubblicato il 05/11/2016 alle  10:43:10, nella sezione EVENTI,  708 letture)

convegno1convegno2convegno3convegno4Il 4 novembre presso il salone della Chiesa di Bosco Minniti si è svolto il convegno sul tema: "Verso il futuro - Turismo, Cultura, Imprenditoria - Prospettive per Siracusa". Il convegno è stato voluto e organizzato dal Movimento socio-culturale "Cambiare" di Siracusa, fondato da un gruppo di personalità del mondo dell'arte e della cultura assieme ad alcuni imprenditori che operano nel sociale.

Ha introdotto e moderato Raimondo Raimondi, fondatore e portavoce del Movimento "Cambiare", poi Davide Crimi, noto scrittore e rappresentante della Rete Europe Direct, ha parlato di "Centralità geografica e centralità culturale: Siracusa tra Europa e Mediterraneo, tra rischi e opportunità", materia in cui Crimi possiede competenze specifiche per la costruzione di partneriati e la condivisione di informazioni e documenti, sia a livello strategico che a livello manageriale di attuazione e gestione, con esperienza da project manager sui principali programmi comunitari. Poi Giuseppe Bombaci, esperto in immagine e comunicazione, ha parlato di "Etica nel marketing territoriale".

Sono intervenuti Damiano De Simone, presidente della Consulta Civica di Siracusa, Sergio Cuscunà, rappresentante dell'Associazione OK Arte e dell'APTS Siracusa, Mariano Ferro, leader del Movimento "I Forconi", Giancarlo Confalone, Concetto La Bianca e Franco Zappalà della Federazione XSiracusa. Numeroso il pubblico presente nell'ampio salone messo gentilmente a disposizione del Movimento da padre Carlo D'Antoni. "La città brutta, come è oggi la periferia - ha detto Raimondi - produce criminalità, comportamenti illeciti, tesimoniati dagli ultimi aberranti fatti di cronaca, solo la bellezza ci può salvare, quindi bisogna fare in modo che attorno a noi l’armonia della bellezza induca i cittadini a salvaguardare l’ambiente, perché così salvaguarderanno se stessi. Strade dissestate, palazzi cadenti, cumuli di spazzatura e servizi inadeguati allentano la nostra coscienza morale e il nostro senso civico, ci rendono preda dell’apatia, del disinteresse, se non della complicità espressa nei comportamenti antisociali e incivili. Ci vuole uno scatto di ribellione - ha concluso il portavoce del Movimento - non più rivolto solo verso l’alto, una ribellione rivolta anche a se stessi. Non giochiamo più a scaricabarile, ma prendiamoci tutti le nostre responsabilità. Anche questo significa cambiare".

Incisiva e qualificata la relazione di Davide Crimi sulle possibilità di intercettare anche da parte dell'ente locale finanziamenti europei attraverso un'adeguata progettualità. Posto anche l'accenno sulle opportunità offerte dall'integrazione degli immigrati. Damiano De Simone, giovane promessa della nuova politica siracusana, ha portato al consesso una ventata di entusiasmo e di speranza in un futuro migliore per la buona amministrazione della città.

Presenti anche il Console onorario di Turchia Domenico Romeo, il rappresentante dei Cavalieri di Pitia avv. Silvio Aliffi e il presidente di Inforum Europa Giacinto Avola.