\\ Home page : Articolo : Stampa
MA NON ERA MEGLIO IL MERCATO IN VIA X OTTOBRE?
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 29/10/2011 alle  09:09:45, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  936 letture)

Gli operatori commerciali dell’area mercatale di via Marina Ponente nel centro storico di Augusta tornano a lamentarsi ancora una volta per il disagio del sito, specialmente nella stagione invernale che si approssima, che porta sempre meno clienti ad approvvigionarsi nelle bancarelle con un netto calo delle vendite. L’ipotesi di spostare il mercato facendolo tornare, magari solo da un lato della strada, lungo il marciapiede di via X ottobre disciplinando le cose in modo da non compromettere la normale vivibilità dei residenti della zona torna a presentarsi all’orizzonte in considerazione anche della carenza endemica di parcheggi nel centro storico. Questa ipotesi farebbe guadagnare un ulteriore spazio di sosta e dirottare i due mini bus in servizio per il mercato ad altro percorso, oltre che incrementare le vendite degli ambulanti e dei commercianti della via X ottobre che, dopo il trasferimento delle bancarelle, hanno visto la strada progressivamente morire con la chiusura dei pochi esercizi commerciali esistenti. Il parcheggio tornerebbe a tempo pieno e non a mezzo servizio, anche perché la carenza di aree di sosta si avverte maggiormente proprio la mattina allorché tutta la via Marina Ponente è invasa da auto parcheggiate anche laddove esiste un divieto di sosta largamente disatteso e peraltro tollerato dai vigili urbani proprio perché la carenza è troppo evidente e le multe farebbero inferocire gli automobilisti. Peraltro liberando l’area potrebbe essere rispolverato il vecchio progetto di un parcheggio a più piani, cercando di reperire i fondi necessari una volta superato questo periodo nero per l’economia del sempre dissestato comune megarese. E, infine, si restituirebbe ai cittadini un mercato che è nella loro memoria storica e costituisce una tipicità del nostro folklore da tutelare, magari in vista di un rilancio augurabile del centro storico in una visione di futuro sviluppo turistico.