\\ Home page : Articolo : Stampa
LE ORIGINI DELL'ILLUMINISMO IN UN LIBRO DI DAVIDE CRIMI
di Redazione (pubblicato il 03/04/2016 alle  11:58:19, nella sezione LIBRI,  1031 letture)

crimi foto 1Sabato 2 aprile al Teatro Machiavelli di Catania ha avuto luogo la presentazione, organizzata da Giuseppe Pennisi, editore della collana di studi esoterici "Emeth", del libro di Davide Crimi "Origini Occulte dell’Illuminismo", prima pubblicazione della neonata casa editrice. L'evento ha l’ambizione di iniziare a costruire un percorso di rinnovamento filosofico e di contributo politico e sociale, per combattere le attuali tendenze oscurantiste che fanno leva sulla paura e sull’odio e per rilanciare idee di emancipazione e di espansione della coscienza.

Il libro di Davide Crimi contiene il paradosso in cui precipitano tutte le mistificazioni della storia del presente e del passato. Si può discutere di tutto, ma ci sono evidenze che permettono di fondare oltre ogni dubbio l’affermazione per cui l’Illuminismo ha avuto origini da elaborazioni che affondano le radici nella più autentica tradizione esoterica ed iniziatica d’occidente. crimi foto 2Sebbene questa affermazione sia ben nota agli storici, assistiamo comunque ad una ostinata rimozione da parte del sapere ufficiale, che non permette l’accesso a questo tipo di conoscenza.

Contemporaneamente è stata presentata, dal curatore Dott. Gaspare Edgardo Liggeri, la collana di Studi Esoterici "EMETH" che intende rieffermare la ricerca esoterica che è, per giusta e perfetta definizione, priva di fondamento materiale, e che risulterà incomprensibile a chi non sappia riconoscere dentro di sé la fiaccola di libertà che ne rappresenta l’essenza e il formidabile collegamento con l’anima. Già dell’Arte è stata indicata, dai suoi più autentici cantori, l’inutilità, intesa come sottrazione della sfera artistica alla legge dell’utile: l’Arte è inutile e l’unico alibi atto a sostenerla è la bellezza di questo gesto di libertà. Un folto pubblico di grande levatura culturale era presente, attento alle parole dello scrittore Davide Crimi, come sempre affascinante nella sua erudita conversazione. Presenti anche qualificate rappresentanze provenienti da Siracusa e da Messina.