\\ Home page : Articolo : Stampa
LA GRANDE POESIA DI NAZIM HIKMET A VILLA REIMANN
di Redazione (pubblicato il 21/02/2016 alle  12:51:45, nella sezione CULTURA,  1263 letture)

hikmetSabato 20 febbraio 2016 presso il Salone di Villa Reimann in Siracusa, gremitissimo di pubblico, si è svolto un incontro tra i poeti del Gruppo "LÝRÝK ÞÝÝR GRUBU" di Nicosia (North Cyprus) e i poeti siracusani del "SALOTTO DI ZANE". L’incontro è stato promosso da EUMETRA (EUROPEAN & MEDITERRANEAN TRAINING ASSOCIATION) assieme all’Ordine Cavalleresco dei Cavalieri di Phytias e si è avvalso della collaborazione del collettivo “POETARETUSEI432” e del consorzio di associazioni culturali “IL SALOTTO DI ZANE”. L'evento è stato patrocinato dal Consolato Generale di Turchia rappresentato a Siracusa da Domenico Romeo e dalla Consulta Civica presieduta da Damiano De Simone e fa parte di un programma di scambi culturali che interesseranno Siracusa e diverse località turche.

hikmet 2Nel corso dell’incontro sono state recitate alcune bellissime poesie che rispecchiano i valori e le tradizioni dei rispettivi Paesi. I poeti ciprioti Cemay Onalt Muezzin, Yiltan Tasci e Serkan Soyalan hanno recitato i versi del grande poeta turco Nazim Hikmet, candidato nel 1950 al premio Nobel per la Pace e all'equivalente sovietico Premio Lenin e morto a Mosca nel 1963. Un grande uomo e un grande poeta che seppe parlare e trasmettere il linguaggio universale del sentimento, con quella sua estrema dolcezza orientale intrecciata ai ritmi crudi dell'Occidente, uno dei più amati della poesia contemporanea, noto soprattutto per le sue "Poesie d'amore".

Erano presenti all'incontro, moderato dal giornalista e scrittore Raimondo Raimondi, cofondatore del Salotto di Zane, il Console onorario di Turchia a Siracusa Domenico Romeo, il presidente della Consulta Civica di Siracusa Damiano De Simone e l'assessore alla Cultura della stessa Consulta Maria Teresa Asaro, il presidente di Inforum Europa Giacinto Avola, il Gran Cancelliere dei Cavalieri di Pithias avv. Silvio Aliffi, l'editore Carlo Morrone e i giovani facenti parte del collettivo Poetaretusei432: Salvatore Randazzo, Bruno Scalia, Sara La Pira, Elisabetta Tagliamonte, Giusi Cancemi Di Maria, Tiziano Sabatelli, Federico Ferraguto e Dario Randazzo. Poesie sono state recitate da Corrado Di Pietro ed Enza Giuffrida. Tra il pubblico intervenuto lo scrittore catanese Davide C. Crimi, autore del recente saggio "Mazzini occulto" per le edizioni Atanor di Roma.