\\ Home page : Articolo : Stampa
INAUGURATA LA SETTIMA EDIZIONE DELL'ARES FILM & MEDIA FESTIVAL
di Redazione (pubblicato il 19/12/2015 alle  20:55:12, nella sezione CINEMA,  685 letture)

locandina aresHa aperto i battenti questa mattina il Festival Internazionale del Film di Siracusa “Ares”, il cui direttore artistico è Antonio Casciaro. Dopo la conferenza stampa, nella sala conferenze dell’Isisc (Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali), in via Logoteta, si è tenuto l’incontro-dibattito “I linguaggi dell’inchiesta: cinema, giornalismo, letteratura e giurisprudenza””. Il seminario costituisce, insieme ad altre iniziative, la cornice culturale delle rassegne fuori concorso 2015 dell’Ares Film & Media Festival. La rassegna che ha ispirato il convegno organizzato dalla sezione siracusana dell’Associazione della Stampa e dall’Ordine degli Avvocati è quella dedicata a Francesco Rosi e ai suoi film-inchiesta. A relazionare, Riccardo Arena, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, cronista del Giornale di Sicilia e scrittore (“Anche oggi non mi ha sparato nessuno” Edizioni Leima, il suo ultimo romanzo); Elio Cappuccio, presidente Collegio Siciliano di Filosofia, docente di filosofia moderna e contemporanea presso l’Istituto Superiore di Scienze religiose “S. Metodio”; Luca Raimondi, pedagogista, scrittore, nonchè critico cinematografico; il Procuratore Fabio Scavone; Santi Terranova, avvocato e scrittore (“Filivespiri, un anno con l’avvocato Valenti”, il suo ultimo libro di racconti edito da Melino Nerella). Previsti anche gli interventi programmati di Sebi Grimaldi, Direttore della Scuola Forense Avvocati di Siracusa e Loredana Faraci, docente di Storia dello Spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Roma.

Il festival è proseguito nel pomeriggio con un vernissage presso la Galleria Montevergini, dov’è stata inaugurata la mostra di artefatti multimediali.

Il ricco programma prevede due serate cine-musicali al Moon di via Roma prima di dare il via alle tantissime proiezioni che si terranno presso il Salone Monsignor Carabelli (ex Cinema Lux) in via Torres. Il concorso internazionale prevede 19 opere dei generi più disparati: il compito di giudicarli è affidato a Luca Raimondi e a due registi slavi, il bulgaro Tsanko Vasilev e il serbo Miomir Rajcevic.