\\ Home page : Articolo : Stampa
RILANCIARE IL SETTORE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE
di Redazione (pubblicato il 09/12/2015 alle  19:35:02, nella sezione CRONACA,  604 letture)

IMMAGINEDopo gli incontri con gli enti di formazione, l’assessore Bruno Marziano ha avviato un momento di confronto anche con le organizzazioni sindacali confederali e autonome in cui sono state affrontate nel loro complesso le problematiche della formazione professionale. Dagli incontri con le associazioni degli enti è venuta fuori soprattutto l’esigenza di apportare delle modifiche agli avvisi 3 e 4 relativi all’avvio delle attività formative, per fare in modo che chiarendo fin dall’inizio alcune questioni che potrebbero determinare situazione di contenzioso si possa concretizzare una buona partenza attraverso un rinnovato rapporto di fiducia tra l’amministrazione e gli enti. Rapporto che serve ad eliminare proprio contenziosi e conflittualità. A seguito dell’incontro le associazioni degli enti hanno presentato alcune proposte condivise di modifica degli avvisi.

«Ho sottoposto – ha detto Marziano - queste proposte ai tecnici degli uffici di pertinenza affinché valutino che la possibilità di accoglimento e non violino norme e regolamenti. Tutto ciò per potere, così, procedere alla modifica degli avvisi nella direzione richiesta dalle associazioni degli enti. L’accoglimento di questa istanza comporterà un breve slittamento delle date di scadenza, di 3 o 4 settimane, che deve essere funzionale ad una partenza senza intoppi». Inoltre, nel corso dei due incontri sono state affrontate questioni legate ad una ripartenza di lungo periodo del mondo della formazione professionale, in primo luogo l’esigenza di un ulteriore finanziamento per le annualità successive dell’avvio di un percorso di riforma dell’intero settore. C’è l’esigenza immediata di riuscire a garantire forme di ammortizzatori sociali per colmare il vuoto sino all’avvio dei nuovi corsi, e tra un periodo di formazione e l’altro. A questo proposito è stato concordato un incontro comune tra gli assessorati alla Formazione e alle Politiche del lavoro, previsto per il 10 dicembre alle 17, da cui dovranno scaturire le proposte e le ipotesi sul versante degli ammortizzatori sociali e anche le proposte per impedire il percorso di licenziamento dei dipendenti, già avviato da parte di alcuni. “Penso di poter dire – ha concluso l’assessore - che da parte delle associazioni sindacali c’è stato un apprezzamento sul modo in cui sono state affrontare le problematiche, perseguendo l’obiettivo di ridare serenità e speranza ad un intero settore».