\\ Home page : Articolo : Stampa
UN FILM SULL’AMORE LESBICO CON MARGHERITA BUY E SABRINA FERILLI
di Redazione (pubblicato il 07/09/2015 alle  21:24:45, nella sezione CINEMA,  1012 letture)

BUYMargherita Buy (nella foto) e Sabrina Ferilli, due icone del cinema italiano, diventano una coppia lesbica per opera della regista Maria Sole Tognazzi che ha presentato il suo film “Io e lei” in anteprima al Festival di Tavolara, film che uscirà il primo ottobre nel circuito nazionale per la casa di distribuzione Lucky Red.

“Sono stata fulminata dal pensiero stravagante di una storia d’amore tra due donne – ha detto la regista - una specie di Vizietto, quarant’anni dopo, al femminile, con Buy e Ferilli. Così ho chiesto ad Ivan Cotroneo e Francesca Marciano di scrivere la sceneggiatura di Io e lei». Il Vizietto è un film del 1978 interpretato da suo padre Ugo Tognazzi: «Io ero solo una bambina – continua la regista – e rammento solo che il mio papà mi veniva a prendere a scuola dove andavo, dalle suore, vicino a Castel Gandolfo, ovvero vicino al Papa, con una splendida tutina rosa perché era appena arrivato dal set. Ma Io e lei con Il Vizietto non c’entra nulla e non mi permetterei di affrontare con leggerezza il remake di un capolavoro. Il mio è solo un omaggio. Volevo fare una commedia sentimentale, raccontare una storia d’amore tra due donne dell’età delle mie splendide attrici, raccontare la normalità». BUY FERILLI«Nel film – aggiunge Maria Sole Tognazzi – non c’è infatti un’idea di diversità o di trasgressione, quello che accade potrebbe accadere anche tra un uomo e una donna. Quando la gente capirà che una storia d’amore è solo una storia d’amore e nient’altro, forse anche la politica può darsi che faccia qualche passo in avanti. Per questo la mia generazione, quella dei quarantenni, anche attraverso un semplice film, può fare qualcosa». Io e lei racconta di Marina e Federica: la prima (Sabrina Ferilli) è omosessuale da tempo; mentre la seconda (Margherita Buy) che ha anche un ex marito e due figli, è alla sua prima esperienza. Ma quando il film inizia, la storia tra le due donne ha già alle spalle cinque anni. Come a dire che non si vuole raccontare la scoperta della sessualità, ma parlare di emozioni mature senza inibizioni o preconcetti.