\\ Home page : Articolo : Stampa
L'ASSOCIAZIONE CULTURALE "PER LA CITTÀ CHE VORREI" LANCIA GLI ARETUSA SOUND
di Redazione (pubblicato il 01/07/2015 alle  11:17:49, nella sezione EVENTI,  876 letture)

aretusa sound locandinaAncora un evento a cura dell'associazione culturale “Per la città che vorrei”: questa volta è di scena il lancio di un nuovo gruppo musicale live, gli Aretusa sound. Che si esibiranno venerdi 3 luglio all3 19,30 presso l’Antica Masseria di Siracusa. “Siamo sempre disponibili ad accogliere nuovi gruppi talentuosi del nostro territorio, sono loro i protagonisti del nuovo modello culturale di cui la città e la provincia deve dotarsi” afferma Sergio Pillitteri, Presidente dell’associazione. "À Paris" è uno spettacolo musicale che vuole ricordare il fenomeno più importante e culturalmente più accreditato della canzone europea, legato agli chansonniers francesi, che ha il suo centro nel periodo compreso tra gli anni ‘30 e i primi anni ‘50, con una ripresa intorno agli anni ’60. Il gruppo Aretusa Sound farà ascoltare un excursus fra i brani più famosi di alcuni di questi chansonniers.

Il gruppo nasce dalla volontà di Pino Cultrera di riunire gli amici che come lui hanno vissuto gli anni '60 da musicisti siracusani, da cui il nome “Aretusa Sound”. Negli anni '60 Siracusa è stata un fiorire di gruppi musicali, nel 1966 nascono “The Five” (di cui Pino era chitarra solista) l'inizio della sua avventura musicale mai sospesa e che tutt'ora lo porta sempre alla ricerca di nuove esperienze musicali. Nel 1964 nasce il “Gruppo Estivo” il cui batterista era Santino Fidone, e che oggi arricchisce le performance del gruppo con le sue percussioni. Nel 1960 nascono i “K4 Fe(CN)6” in cui chitarra solista era Nino Grande, che, oggi, con la sua chitarra conferisce al gruppo il sound della Siracusa beat degli anni '60. E dulcis in fundo fa parte di questo gruppo quella che nel pentagramma del ventennio '60/'80 di Siracusa fu definita l'ottava nota musicale, quella gentile, quella che ha reso più vivace ed interessante il panorama omogeneo e già troppo al maschile dei complessi di casa nostra, Lucia Cunsolino; Ha suonato con i Falchi, con i Jolly Five; ha partecipato ad Ariccia '68, Castrocaro '70 e '72.