\\ Home page : Articolo : Stampa
FESTA DI PRESENTAZIONE PER I NUOVI LIBRI DI ANGELO ORLANDO MELONI E STEFANO AMATO
di Redazione (pubblicato il 07/05/2015 alle  15:11:27, nella sezione LIBRI,  724 letture)

amato meloniSabato 9 maggio, a partire dalle ore 20:00, nella libreria Gabò in corso Matteotti, 38, Siracusa, si terrà la "festa di presentazione" di due libri appena usciti, La fiera verrà distrutta all'alba di Angelo Orlando Meloni (Intermezzi editore) e Bastaddi di Stefano Amato (Marcos y Marcos edizioni). Tra un bicchiere di vino gentilmente offerto dalle Cantine Pupillo, la lettura di qualche brano e la firma di copie, i due autori siracusani festeggeranno l’uscita dei loro nuovi romanzi.

La fiera verrà distrutta all’alba di Angelo O. Meloni (Intermezzi editore, collana Ottantamila euro 5,00) fa i conti con la mitomania contemporanea, svela i desideri mostruosamente proibiti degli “aspiranti qualcosa” ai tempi dei social network e della paventata, presunta morte della lettura in un apocalittico mondo post-qualcosa. È la storia della fine del giornalismo e dell’editoria come noi li conosciamo, la storia del primo “giornale che vale”. Ce la farà il giovane Enzo Losanga da Pachino, aspirante scrittore suo malgrado, a uscire vivo dalla più pericolosa e imprevedibile fiera del libro di tutti i tempi?

Bastaddi di Stefano Amato (Marcos y Marcos euro 16,00) si ispira a Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino. Nel film, otto uomini feroci e selvatici, caricati a odio puro, minano alle fondamenta il dominio nazista. In questo romanzo invece siamo in Sicilia, ed è la mafia l’oppressore. Il tenente Ranieri, al comando dei suoi otto Bastaddi assetati di giustizia, colleziona scalpi di Cosa nostra. Il Capo dei capi è sempre più nervoso. Il Maxiprocesso con tutte quelle condanne è semplicemente intollerabile, e questi Bastaddi assatanati una spina nel fianco. Di questo passo, dove andremo a finire? Occorre proprio un gesto simbolico, una celebrazione della mafia, con i suoi picciotti, il suo onore, i suoi film. Una bella serata mafiosa in un cinema di Siracusa sarà il giusto segnale per tutti. La cupola di Cosa nostra concentrata in un cinema? Che occasione meravigliosa, per i Bastaddi. E se il cinema per giunta appartiene a Carla, che ha perso tutta la famiglia in una strage mafiosa… si scatenerà una gara esplosiva a chi stermina i mafiosi per primo nella sala buia. Perché al cinema, o nei romanzi, i buoni in qualche modo ce la fanno, i cattivi muoiono quando devono morire. E Falcone e Borsellino brinderanno in pace a una Sicilia finalmente libera, sorrideranno ancora. Una cover letteraria di grandi passioni, umane e civili.