\\ Home page : Articolo : Stampa
CONSIGLIO COMUNALE MATTINIERO SULL’AFFAIRE MUSCATELLO
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 27/09/2011 alle  19:11:44, nella sezione CRONACA,  1087 letture)

Consiglio comunale affollato e nervoso quello convocato lunedì mattina poche ore prima della visita ufficiale nella città megarese del governatore Raffaele Lombardo e il giorno prima della giornata di mobilitazione cittadina a difesa del Muscatello. Il sindaco Carruba ha dato lettura in aula di una nota pervenuta dall’Assessorato regionale alla salute, con la quale giungono notizie rassicuranti sulla sorte del presidio ospedaliero megarese. L’ospedale Muscatello di Augusta non subirà alcun depotenziamento, è quanto sostiene il direttore generale dell’Asp di Siracusa Franco Maniscalco. Tutte le proposte sul nuovo assetto dell’ospedale megarese avanzate dalla Conferenza dei sindaci riunita a Palazzo Vermexio lo scorso 28 luglio sono state accolte dall’Assessorato e saranno attuate. L’assessore regionale della Salute, Massimo Russo, condividendo le conclusioni emerse dalla Conferenza dei sindaci in ordine al Piano sanitario riguardante la provincia di Siracusa e più in particolare sul futuro dell’ospedale Muscatello, ha annunciato che è in corso l’imminente adozione di un provvedimento che modifica il Decreto n. 1377 del 25 maggio 2010 sulla rideterminazione complessiva della rete ospedaliera dell’Asp di Siracusa che accoglie le istanze dei cittadini della zona nord. In particolare il provvedimento dell’Assessorato prevede: il trasferimento di 15 posti letto del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, originariamente previsti presso il presidio ospedaliero di Lentini, al presidio ospedaliero Muscatello di Augusta; la conferma della destinazione di 16 posti letto di Ostetricia e Ginecologia e 8 posti letto di Pediatria presso l’ospedale di Lentini e, contestualmente, l’attivazione da parte della Direzione generale dell’Asp presso il presidio ospedaliero Muscatello di Augusta di un servizio di assistenza pediatrica di base attraverso le specifiche opportunità fornite dai contratti collettivi di categoria che prevedono e regolamentano tale attività; la tempestiva attivazione di 10 posti letto di Oncologia, già previsti dal Decreto presso il presidio Muscatello di Augusta, successivamente alla quale verrà effettuata la relativa valutazione trimestrale, nonché i riscontri epidemiologici, al fine di determinare l’attivazione di ulteriori 10 posti letto, comprensivi dell’attività di Day Hospital. Entro l’anno poi saranno definite le procedure selettive per la copertura dei posti di struttura complessa di Chirurgia e Medicina del nosocomio megarese. Detto questo non sono mancate le polemiche da parte di vari consiglieri, tra i quali Sebastiano Salomone, Fabio Cannavà, Biagio Ternullo e Agata Sortino accolti di volta in volta da fischi o applausi da parte del pubblico, tra il quale spiccavano i componenti del comitato spontaneo pro ospedale che da mesi portano avanti con ogni mezzo una battaglia epocale che pare coinvolgere tutta la cittadinanza.