\\ Home page : Articolo : Stampa
GUAGLIARDO CONTRARIO ALLA NOMINA DI UN COMMISSARIO PER IL DEPURATORE
di Redazione (pubblicato il 21/03/2015 alle  17:11:10, nella sezione CRONACA,  845 letture)

depuratoreIn riscontro alle recenti dichiarazioni del Deputato Regionale On. Vincenzo Vinciullo, sull'uso dei finanziamenti deliberati dal CIPE per la realizzazione della rete fognaria da Agnone fino a Punta Cugno, comprensiva del depuratore nel Comune di Augusta, Marcello Guagliardo, leader del Movimento “Nessun Dorma” e candidato sindaco del comune megarese, comunica quanto di seguito.

“La delibera avente ad oggetto le somme stanziate per le opere (Deliberazione N. 60/2012 del 30/04/2012), nata dall'esigenza di adottare misure urgenti per la risoluzione delle procedure di infrazione comunitarie in materia di acqua, imponeva alle Amministrazioni Comunali beneficiarie dei finanziamenti l'obbligo di sottoscrivere, con la Regione interessata, impegni giuridicamente vincolanti entro il 30/06/2013, pena la perdita dei finanziamenti concessi. Ciò posto, la richiesta avanzata formalmente dall'On. Vinciullo al Capo del Governo Matteo Renzi, volta a nominare quale Commissario per l’appalto dei lavori la Dott.ssa Vania Contrafatto, almeno così come formulata e riportata dalle testate giornalistiche che hanno divulgato la notizia, viene fortemente contestata nella misura in cui, ancora una volta, punta il dito nei confronti della nostra città, fin troppo approssimativamente definita dal dichiarante come “una terra difficile, quale quella della città di Augusta”. Sulla questione ci si impegna fin da ora ad evitare, nel caso di proclamazione a Primo Cittadino, che ulteriori omissioni o contraddizioni possano impedire la fruizione di così importanti finanziamenti e la revoca degli stessi da parte del CIPE. Tuttavia, sentiamo la necessità di ribadire con forza che la città di Augusta vuole e deve superare l'onta che ha subito fino a questi giorni e che l'ha costretta ad un periodo di commissariamento che, oggi, alla vigilia delle elezioni amministrative, si pretende con forza sia superato anche nelle valutazioni di chi osserva il Comune da ambiti regionali e nazionali. Pertanto, si ritiene di contestare la proposta formalmente trasmessa dall'On. Vinciullo, nella certezza che il nostro Comune, già all'indomani delle elezioni, sarà in grado di fronteggiare gli impegni necessari per la fruizione dei finanziamenti, non fosse altro che per la necessità di scardinare valutazioni negative che di questa “terra difficile” dovranno restare solo ricordo. Auspicherei - conclude Guagliardo - che sulla questione, in forza di un sussulto di orgoglio cittadino che dovrebbe animare tutti noi, prendessero altrettanta netta posizione anche le altre forze politiche attualmente in corsa per le future elezioni”.