\\ Home page : Articolo : Stampa
GRAN FINALE CON PREMI E PERFORMANCE AL PALAZZO DELLA CULTURA DI CATANIA
di Redazione (pubblicato il 13/03/2015 alle  19:23:23, nella sezione ARTE,  1405 letture)

tp1Serata finale giovedì 12 marzo al Palazzo della Cultura di Catania della rassegna internazionale di Arte Espressiva “Top Model”, organizzata da Giuseppe Apa, purtroppo assente per indisposizione, ma egregiamente sostituito da Giovanna Trefiletti, supportata dal critico d’arte dott. Raimondo Raimondi e dalla professoressa Francesca Raffone. Coinvolgente la performance del famoso percussionista Paolo Greco che ha fatto da colonna sonora della serata, che ha anche ospitato una seduta work in progress di body art realizzata dall’artista Eleonora Catania, avvalendosi di una splendida modella .

tp2Lunga la cerimonia di premiazione che ha visto chiamare per la consegna delle targhe premio i tanti artisti che hanno partecipato alla riuscitissima kermesse d’arte: Lello Abbina, Giuseppe Apa, Lino Baio, Lisa Barbera, Gaetana Barbagallo, Santa Battaglia, Pia Bellissimo, Silvio Candela, Anna Cannata, Erika Cardano, Eleonora Catania, Adelina Castro, Silvana Consoli, Floriana Currao, Dora D’Andrea, Vanessa De Grandi, Sebastiano Dipasquale, Maria Emanuele, Loredana Fogazza, Salvatore Fichera, Elisa Garziano, Antonella Greca, Vito Guardo, Santo Paolo Guccione, Alessia Imperdonato, Miriam tp3Innoceta, Concetta Lorenti, Mario Minutolo, Armando Nigro, Melina Pizzuco, Pia Previti, Romolo Pricoco, Alberto Privitera, Vincenzo Pulizzi, Joseè Rabito, Marinella Raniolo, Francesca Raffone, Lella Raimondi, Giuseppe Ranno, Salvo Rizzo, Romualda Sciuto, Alice Severini, Giuseppe Spampinato, Mario Stagno, Steven Salerno, Giampietro Sorgato, Patrizia Trefiletti, Cetty Urso, Angela Vasta e Rosario Zaffarana. Premio speciale alla pittrice Vanessa De Grandi, per la sua opera che riesce a trasfondere nella figura umana l’estremo dinamismo quasi gestuale del movimento, agli scultori Santo Paolo Guccione e Vito Guardo, ai pittori Patrizia Trefiletti, Giampietro Sorgato e Gaetana Barbagallo, al fotografo Sebastiano Dipasquale e a Pia Bellissimo per la grafica.