\\ Home page : Articolo : Stampa
IL PDL AUGUSTANO INTENSIFICA IL TESSERAMENTO
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 24/09/2011 alle  14:21:05, nella sezione CRONACA,  922 letture)

E’ in atto il tesseramento del PDL di Augusta prorogato alla fine di ottobre. Entro novembre, secondo i programmi, saranno convocati i congressi e ogni città della provincia avrà il coordinatore eletto dalla base. Il capogruppo dei berlusconiani alla Provincia, Paolo Amato, precisa, rispondendo a una nota di Angelo Pasqua che esprimeva disagio sulla mancanza di attività politica del PDL ad Augusta con particolare riguardo alla vicenda ospedale, quanto segue: "Per le prossime amministrative prima bisogna creare una squadra che riporti tra i cittadini la voglia di tornare alla politica. Per quanto riguarda il candidato sindaco bisogna cercare una persona, un imprenditore che prenda sotto braccio questa città che sta andando alla rovina. Il candidato deve essere vera espressione della base e della città. Oggi questo discorso è prematuro, bisogna cercare di riportare la fiducia degli elettori verso la politica, perchè i problemi ci sono, sono di ordine sociale ed economico e le risposte della classe dirigente devono essere nette e trasparenti. Lo scorso 18 aprile, in occasione dello sciopero del personale dei rimorchiatori, personalmente ho fatto convocare il consiglio provinciale alla nuova darsena per dimostrare solidarietà e dare forza alla lotta dei cittadini per il mantenimento degli standard dell'ospedale Muscatello. Ho criticato con forza l'ingresso nella giunta Carrubba dell’MPA che è l'unico responsabile della scandalosa vicenda dell'ospedale, tutto quello che politicamente si poteva fare lo abbiamo fatto. Più volte siamo stati presenti alle assemblee del comitato, però abbiamo capito che se il politico ci va è criticato, se non ci va è criticato lo stesso, siamo giunti alla soluzione che forse è meglio contribuire alla lotta un passo indietro, per evitare inutili polemiche. Auspico che la vicenda ospedale possa risolversi al meglio, perché questo territorio ha già dato parecchio in fatto di inquinamento, malattie professionali e patologie legate alle sostanze tossiche disseminate nell'ambiente per troppo tempo".