\\ Home page : Articolo : Stampa
"LA SCELTA" IN CONCORSO AL DAVID DI DONATELLO
di Redazione (pubblicato il 15/01/2015 alle  14:35:12, nella sezione CINEMA,  785 letture)

giorgioIl siracusano Giorgio Nanì La Terra e la catenota Mariarosa Grasso (nella foto), registi del cortometraggio "La Scelta", prodotto da Antonino Gibilisco e co-prodotto da Stefano Frassetto e Mario Matarazzo, sceneggiato da Luca Raimondi, sono stati ammessi al prestigioso concorso "David di Donatello". Sono oltre 400 i cortometraggi che si contenderanno l'unica statuetta dedicata al "Miglior cortometraggio". Un traguardo ambito da professionisti e non, del cinema italiano. Il corto è stato girato a Palazzolo Acreide ed è ambientato a Siracusa. Una produzione che ha visto coinvolte centinaia di persone. Protagonisti del corto sono Sebastiano Tinè e Alice Canzonieri, ma il corto annovera la presenza di Marta Lìmoli e Francesco Carbone. La storia è realmente accaduta. Ambientato nella Sicilia degli anni '50, un bambino viene iscritto al seminario per diventare prete. Così a 11 anni la madre lo accompagna a Siracusa, in piazza Duomo, presso l'Arcivescovado. Anni dopo, in piena adolescenza, conosce una ragazza. Nasce un’amicizia che imbocca presto la via dell’amore, sia pure platonico. Anche lei è devota a Cristo e vorrebbe farsi monaca, ma poi si scoprirà che è stata promessa dalla famiglia ad un giovane con rendita economica sicura. I due si frequentano, restando comunque fedeli alla loro scelta, la dedizione a Cristo e alla fine è lei stessa a consigliare lui di procedere per la strada del Sacerdozio. Il protagonista si troverà a riflettere sul percorso di vita che sta vivendo e affronterà una scelta. Il corto sostiene un tema di vita affrontato da tanti Seminaristi e cioè la “Scelta” tra due Ideali che possono essere vissuti fortemente ed intensamente con grande AMORE: IL SACERDOZIO e LA FAMIGLIA. Anche il Papa sta affrontando queste tematiche.