\\ Home page : Articolo : Stampa
LE DICHIARAZIONI OLTRANZISTE DI FABIO GRANATA
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/09/2011 alle  11:20:13, nella sezione CRONACA,  996 letture)

Fabio Granata, parlamentare nazionale di Futuro e Libertà e vice presidente della Commissione Nazionale Antimafia, potrebbe essere un candidato sindaco di Siracusa spendibile in antitesi a Roberto Visentin con una coalizione che potrebbe andare da Futuro e Libertà per l’Italia, all’Alleanza per l’Italia, dall’Unione di Centro al Partito Democratico e al Movimento per l’Autonomia. Le ultime prese di posizione e le dichiarazioni degli ultimi giorni di Granata non lasciano dubbi sulla sua collocazione politica. "La destra repubblicana e legalitaria di Fli – dichiara il leader siracusano del partito di Fini - non può che lavorare per mandare all'opposizione dovunque il centrodestra decadente e corrotto che pretende di continuare a governare l'Italia e le sue città. Costruendo politica, classi dirigenti e alleanze all'altezza del traguardo. Per questo essere patrioti repubblicani significherà sempre più scombinare tutti i progetti di restaurazione di questo centro destra: con coraggio,caparbietà e lungimiranza essere davvero futuristi. E dimostrare di avere colto il senso profondo e la ribellione radicale di quel dito puntato da Gianfranco Fini contro l'illegalità e l'ingiustizia sociale e politica. Chi oggi condivide questa marcia e questa difficile costruzione conservi sempre la consapevolezza, o la acquisti, del progetto politico al quale ha coraggiosamente aderito: non la costruzione del partitino moderato alleato e utile al centrodestra, ma inedito e futurista lievito dell'Italia profonda e dell'Italia migliore”. In merito poi alla notizia di un suo possibile passaggio a Italia dei Valori ventilata giorni fa sulla stampa secca la smentita di Granata: «Non sono tra coloro che disprezzano le battaglie di legalità di Antonio Di Pietro e dell’IDV ma le notizie e le voci su un mio abbandono di Fli sono del tutto inventate e certamente diffuse con malizia dai giornali di famiglia del Premier. La mia battaglia politica di patriottismo repubblicano e di legalità è saldamente al fianco di Gianfranco Fini e nel gruppo dirigente di Futuro e Libertà».