\\ Home page : Articolo : Stampa
PRECISAZIONI SUL MUSEO CIVICO DI AUGUSTA
di Redazione (pubblicato il 27/10/2014 alle  20:49:28, nella sezione CULTURA,  772 letture)

museo civicoDel museo civico di Augusta, istituzione esistente sulla carta ma ancora in fase di avviamento, si è parlato in questi giorni dopo un articolo apparso sul quotidiano La Sicilia dal titolo ”Lo strano destino del museo civico, tutti lo vogliono ma nessuno agisce”. Naturalmente l’articolo ha suscitato reazioni da parte del direttore Simona Sirugo e del comitato direttivo nominato dall’allora commissario regionale La Mattina, composto da Raimondo Raimondi, Carmelo Valastro, Fabio Gulino e Stefania Ramaci, nominativi poi confermati anche dall’attuale commissione straordinaria. Così si è fatto il punto sui progressi e sui lavori in itinere. Infatti – si comunica in una nota diffusa alla stampa - puntando sulle ricchezze e sulle peculiarità del territorio, è iniziato un progetto di ricerca volto a riqualificare il concetto di museo civico. Si è sviluppato, con rigore scientifico e cognizione delle reali potenzialità del territorio, un documento di presentazione e sintesi di un'idea progettuale dal titolo "Il museo civico di Augusta. Verso una nuova identità". Il progetto propone la trasformazione del museo civico, inteso in senso tradizionale, in ecomuseo della città di Augusta. L'obiettivo è mirare alla riqualificazione, non solo della struttura museale ma dell'intero territorio. Il progetto, che ha ottenuto l'approvazione dei commissari straordinari, è articolato e complesso e prevede tempi minimi di realizzazione di circa 12-18 mesi, l'istituzione di gruppi di lavoro e di un comitato tecnico e l'attuazione di un approccio metodologico fondato sulla lettura ed analisi del territorio. Per quanto concerne il lavoro già svolto, è stata avviata una ricerca sistematica delle collezioni disperse e di quanto era in possesso dell'ente comunale, coinvolgendo gli organi statali preposti alla tutela del patrimonio culturale. A seguito dell'indagine, intrapresa dalla soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Siracusa, conclusasi alla fine dell'estate 2013, si è potuto constatare la numerosità parziale delle collezioni museali. Contestualmente, è stata avviata, di concerto con gli uffici comunali, la ricerca di uno stabile di proprietà dell'Ente, che rispondesse agli standard qualitativi minimi per un museo. Nell'autunno del 2013 i commissari comunali, hanno affidato al museo il piano terra dell'ex biblioteca, che si trova all'interno dei giardini pubblici. E' in corso l'ammodernamento delle stanze.

Nella foto: il comitato direttivo del Museo ai tempi del suo insediamento col commissario La Mattina