\\ Home page : Articolo : Stampa
SHORTINI, FESTIVAL DEL CORTO NEL CENTRO STORICO DI AUGUSTA
di Redazione (pubblicato il 08/08/2011 alle  19:18:18, nella sezione EVENTI,  1192 letture)

E’ terminata la quinta edizione di "SHORTini - international short film festival" che si è svolta dal 4 al 7 agosto nel centro storico della cittadina di Augusta, con il coinvolgimento di varie associazioni giovanili. L’evento era stato presentato dal direttore artistico Stefano Cacciaguerra che aveva evidenziato il contributo di nuove realtà culturali presenti in città, a dimostrazione del fatto che Shortini è un festival cinematografico aperto ad altre forme d'arte. Hanno avuto un ruolo rilevante sia l'associazione "Talè" che ha curato le mostre d'arte tenutesi per l'intera durata del festival nei vicoli che si diramano da Piazza D'Astorga, sia l'associazione "Viaggi…Attori" che ha messo in scena nella serata del 4 agosto lo spettacolo di playback theatre "Emozioni Corte". “La musica - aveva spiegato Cacciaguerra - giocherà un ruolo importante, grazie al concerto degli "Oltre il silenzio" che chiuderà la serata conclusiva del festival. Vi saranno anche diversi ospiti internazionali, tra i quali Kate Pelling, video maker inglese, al quale per la prima volta in Italia sarà dedicata una retrospettiva”. Al di là dell’indubbio valore del festival, nato in sordina ma che si sta imponendo all’attenzione degli appassionati del settore, questa scelta odierna di utilizzare lo splendido scenario delle piazze del centro storico è di per sé uno stimolo per gli enti e per gli stessi cittadini a ritornare a frequentare quello che una volta era "il salotto della città" e che negli ultimi anni si è spopolato. Di recente c'é stato un tentativo di esercenti di pub, bar e ritrovi del centro storico di animare le serate, ma pur ricevendo un importante successo di partecipazione, specialmente da parte dei giovani, l’iniziativa ha dovuto fare i conti con le esigenze dei residenti che considerano la musica di ogni genere o qualunque evento che riunisca molte persone un potenziale disturbo alla quiete pubblica e un attentato al riposo notturno.