\\ Home page : Articolo : Stampa
FILM IN CONCORSO A MARZAMEMI
di Redazione (pubblicato il 13/07/2014 alle  15:41:37, nella sezione CINEMA,  675 letture)

marzamemiLa quattordicesima edizione del Festival internazionale del cinema di frontiera di Marzamemi si terrà dal 21 al 27 luglio. Sei, in totale, i film in concorso, la pellicola italiana “Il mondo fino in fondo” di Alessandro Lunardelli, l’argentino “La Reconstruccion” di Juan Taratuto; in concorso anche “Un insolito naufrago” di Sylvain Estibal, film francese, belga, tedesco, incentrato su una storia di scottante attualità: quella di un pescatore palestinese che vive con la moglie lungo il muro della Striscia di Gaza. Altro film in concorso sarà il canadese “Gabrielle” di Louise Acharmbault, che narra di un ventenne con un deficit intellettivo e un grande amore. Il concorso proseguirà con “La Jaula de oro - La gabbia dorata” lungometraggio messicano di Diego Quemada sulla vicenda di tre guatemaltechi che cercano di raggiungere gli Stati Uniti d'America per inseguire il sogno di un'altra vita, lontano dalla povertà in cui sono cresciuti. Chiuderà la sezione dedicata ai lungometraggi in concorso il film italo belga “Marina” di Stijn Coninx, presentato sul palco di piazza Regina Margherita dall’attrice protagonista Donatella Finocchiaro.

“Il festival quest’anno - spiega il direttore artistico Nello Correale - pur mantenendo solidamente le radici in Sicilia e nel Mediterraneo allunga lo sguardo e diventa più internazionale. Oltre alla rassegna di film documentari che saranno presentati nella sala della Tonnara e ai consueti incontri con gli autori nel cortile del Palazzo di Villadorata, è infatti in programma un importante incoming - tavola rotonda con produttori cinematografici americani che presenteranno i progetti di film in preparazione proprio in Sicilia e, ancora, rappresentanti della stampa estera. All’incontro, un’occasione preziosa per il cinema e per l’Isola, saranno invitati operatori del settore, Camere di Commercio, Confindustria, autori e produttori italiani”.