Scrivi alla redazione: redazione@dioramaonline.org

 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 01/02/2019 alle  19:57:08, nella sezione EVENTI,  216 letture)
Grazie all'attività di Ramzi Harrabi e del suo Intercultural Studies Center, in collaborazione con l'associazione culturale tunisina Rawafid, si è compiuto un altro passo di quel gemellaggio Sicilia-Tunisia che nel mese di gennaio di quest'anno aveva già registrato la partecipazione di un gruppo di artisti siracusani al più grande festival di poesia del mondo arabo, l'Elaph Festival, svoltosi dal 4 al 6 gennaio a Monastir in Tunisia. Dal 30 gennaio all’1 febbraio sono invece le sale espositive del Palazzo del Governo di Siracusa, in via Roma a Ortigia, ad aver ospitato la mostra di alcuni poeti, pittori e musicisti tunisini all’interno della manifestazione "Giornate della cultura araba". I pittori sono Sameh Beni Daoud, Raja Gasmi, Ramzi Harrabi, Dorsaf Ben Chaabene e Hichem Seltene, i poeti Habiba el Aschi, la stessa Sameh Beni Daoud, Majdi Dariwch e Khaled Kbayer, con esibizioni di musica etnica, l'animazione di Ahmed Doos e il concerto del musicista Sofien Safta. Venerdì 1 febbraio per la serata conclusiva ha avuto luogo un reading poetico con Lalla Bruschi, Ella Ciulla e Federica Pistritto, che hanno interpretato i versi di alcuni tra i più noti poeti arabi contemporanei, tra i quali ricordiamo Abd al-Jabbar ibn Muhammad ibn Hamdis (Siracusa, secolo XI/XII), Abd al-Raḥmān al-Itrābānishī (Trapani, secolo XII), ‘Abu ‘al Hasan Alì ‘ibin ‘abi ‘al Basar (Palermo, secolo X).
 
di Redazione (pubblicato il 01/02/2019 alle  09:40:10, nella sezione ARTE,  229 letture)
Intensa attività alla Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Ortigia, il centro storico di Siracusa. Dal 9 al 16 febbraio 2019 è la volta della mostra collettiva "Open Art Exhibition", Artisti nel cuore di Ortigia, che vedrà esposte le opere di Luca Barbera, Alessandro Carriglio, Palmino Cipriano, Elio Comisso, Veronica Di Quattro, Virginia Di Tommaso, Nelly Fonte, Marisa Leanza, Elena Lucca, Vincenzo Nitto, Sara Russo, Gianni Serra, Angela Tiralongo ed Emanuele Tringali. La maggior parte degli artisti in mostra fanno capo all'associazione Open Art di Augusta, presieduta dalla pittrice Elena Lucca. Le numerose opere esposte (tre per ogni autore) forniscono ai fruitori della mostra un excursus quanto mai esemplare dei vari modi di interpretare creativamente la realtà attraverso la sensibilità dell’artista che la modifica, sia quando rimane ancorato alla forma reinventandola nel surrealismo o nell’impressionismo, sia quando se ne discosta del tutto con la pittura cosiddetta concettuale o astratta. L'evento sarà presentato da Raimondo Raimondi, direttore artistico della Mediterranea Art Gallery durante il vernissage di sabato 9 febbraio. "C’è la volontà negli artisti contemporanei - ha detto il critico d'arte - di distaccarsi dal naturalismo o dall’esteriorità, di astrarsi e di rivolgersi agli interessi profondi della sfera emotiva. Quelle che si presentano ai nostri occhi, in ogni caso, sono sempre creazioni artistiche con variazioni sul tema, che si ripresentano in mutazioni magiche, sottolineando un’ossessione, una voglia di rileggere la storia e di provare ad aprire le pagine della mente secondo i dettami di un discorso iconico e stilistico, la cui lettura, non chiusa ed ermetica, ma allusiva ed intelligibile, risulta fruibile a più livelli". La mostra resterà aperta al pubblico fino al 16 febbraio con orario di apertura quotidiano dalle 10.00 alle 12,00 a.m. e dalle 18.00 alle 20,00 p.m.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 27/01/2019 alle  16:25:03, nella sezione LIBRI,  250 letture)
Presso la libreria Mondadori di Avola si è tenuta la presentazione della silloge di poesie di Salvo Campisi dal titolo "Geometrie incomprensibili" edita da Gepas. Sono intervenuti l'editore Orazio Parisi, la pittrice Nelly Gallitto, il semiologo e critico Salvo Sequenzia e l''attore Max Inturri che ha letto brani tratti dall'opera poetica di Campisi accompagnato alla chitarra da Umberto Nerini. Salvo Campisi, avolese, è un cantautore che appartiene a quella generazione di cantautori/poeti che ha fatto propria la grande tradizione della canzone d’autore italiana, europea e americana, da De Andrè a Conte, da Cohen a Dylan, innestandola su una personalissima ricerca musicale ed espressiva fortemente legata alle matrici culturali della Sicilia e del Mediterraneo. Così ha scritto il semiologo Salvo Sequenzia commentando la nuova raccolta di versi di Campisi: «Riconosciamo alla poesia di Salvo Campisi una potenza di rappresentazione i cui esiti formali – strutturali, compositivi, stilistici - sono fra i più rappresentativi di una generazione di poeti che ha maturato la propria esperienza attingendo alla “nuda sostanza del vivere” e liberandosi dalla zavorra degli accademismi. Quella di Salvo Campisi è una poesia nata “matura”. Essa si innesta sul versante di quella “scuola” di cantautori-poeti che, a partire dagli anni sessanta del XX secolo ha assunto un importante rilievo nel panorama letterario, artistico e culturale italiano ed europeo, ispirandosi a quella dimensione di ostinata precarietà che esprimono la poesia di Antonio Porta e della seconda scuola milanese; a quel senso di disappartenenza che segna la vicenda di alcuni fra i poeti più eminenti della giovanissima generazione adunatasi attorno a Nicola Crocetti, a Umberto Piersanti, ad Andrea Cortellessa, ad Antonio Contiliano e Nino De Vita. Di questa dimensione del disincanto e di questo senso della disappartenenza si prende carico la poesia di Campisi, che nella sua bruciante misura di canto attesta lo smarrimento di una generazione assumendo temi come quello dello sradicamento, legato a quello dell’identità e della memoria; quello della perdita e del riconoscimento legati a un rapporto irrisolto con le proprie radici».
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 24/01/2019 alle  14:07:44, nella sezione CINEMA,  211 letture)
Il 22 febbraio a Siracusa, con la partecipazione degli studenti dell’Istituto T. Gargallo e della preside Maria Grazia Ficara verrà proiettato il docu-film “La libertà non deve morire in mare” del regista siciliano Alfredo Lo Piero, distribuito da Distribuzione Indipendente di Giovanni Costantino, che è entrato nel circuito delle scuole di tutta Italia. Alla proiezionie seguirà il dibattito con la partecipazione del regista, di alcuni migranti sopravvissuti, di un rappresentante di Amnesty international e del console del Senegal. Il dramma dei migranti è di grande attualità: proprio in queste settimane, dopo la chiusura dei porti italiani, l’odissea di alcune navi delle ONG e i mancati soccorsi in mare con le notizie di morti e dispersi hanno sconvolto le coscienze di tanti cittadini. Un dramma che deve essere condiviso soprattutto con ragazzi, gli studenti che sono il futuro del nostro paese. Il circuito delle scuole conferma un’Italia sensibile e sostenuta da una diffusa cultura della solidarietà. Il film mostra la realtà dei migranti, con drammatiche testimonianze, senza connotazioni pietistiche o istigazioni a sfondo razziale. "La libertà non deve morire in mare”, coprodotto da Scuola di cinema di Catania e Centro studi laboratorio d’arte, è disponibile in DVD con la distribuzione della Cecchi Gori Home Video, ed è possibile acquistarlo tramite le piattaforme come Amazon ed Ebay, oppure nelle librerie Feltrinelli e Mondadori.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 10/01/2019 alle  16:59:07, nella sezione ARTE,  212 letture)
Il 26 gennaio presso la Mediterranea Art Gallery di Siracusa, in via Dione 21 a Ortigia, si inaugura la mostra collettiva "Arte Insieme", organizzata dalla Federazione Italiana Arti Figurative (Fiafi) presieduta da Anna Mirone. La mostra sarà presentata dal critico d'arte Raimondo Raimondi, direttore artistico della Mediterranea Art Gallery, con vernissage che avrà luogo sabato 26 gennaio alle ore 18,00. In mostra opere di Maria Pia Bartolone, Vincenzo Bellante, Lucia Caccamo, Michele Cubisino, Salvo Di Rosa, Francesco Giliberto, Santo Paolo Guccione, Maria Teresa Matraxia, Luigi Messina, Tiziana Miraglia, Anna Mirone, Laura Nicotra, Nunzia Puglisi, Salvo Rubino, Silvana Salinaro e Cetty Urso. Il mondo dell’arte esiste in quanto esistono tanti artisti che vogliono condividere col grande pubblico le loro opere e tutti loro, nessuno escluso, sono indispensabili a costruire e mantenere quel fantastico mondo della creatività che ci regala tante emozioni. "Arte Insieme" è il titolo che Anna Mirone ha voluto dare a questo evento, già proposto con successo negli anni passati, consentendo di poter conoscere la crescita artistica di tanti pittori concettuali e figurativi e di tanti scultori insieme in questa manifestazione. Che sia ancora possibile dipingere lo dimostrano gli artisti che in questa mostra espongono le loro opere con caparbia convinzione ed eccellenti risultati, regalando a l loro pubblico emozioni ottiche e sensoriali. E che le abbiano esposte è cosa essenziale per loro e per noi: perché ogni artista prova una esigenza categorica, quella di mostrare la sua opera. Qualunque sia la disciplina artistica, poeti, pittori, scultori o fotografi devono portare a conoscenza del pubblico le loro opere, farle vivere in mezzo alla gente. Si può paradossalmente dire che l’opera d’arte viene data alla luce non quando l’artista la crea nella solitudine del suo studio, ma quando la rende pubblica mostrandola agli altri. Ed è questa la funzione, che potremmo definire sociale, di eventi artistici come questo, ospitato stavolta nelle sale espositive della Mediterranea Art Gallery nel cuore di quella perla del turismo che è Ortigia Island.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 21/12/2018 alle  11:43:05, nella sezione EVENTI,  212 letture)
Venerdì, sabato e domenica all’Antico Mercato di Siracusa va in scena il “Moro Festival” edizione zero, contenitore culturale di musica, mostre, artigianato, street art e tanto altro con particolare attenzione alla musica “nera” come linguaggio universale e di integrazione Venerdì dopo l’apertura festival e delle varie manifestazioni espositive si parlerà dell' “L’arte di strada come espressione di pubblica bellezza, motore per la riqualificazione urbana e strumento di comunicazione”. Un incontro al quale è prevista la presenza del sindaco, Francesco Italia, soddisfatto per l'intrattenimento e l'approfondimento su temi di rilievo per un festival inedito che animerà gli spazi dell’antico mercato. Sabato, spazio ad un altro tema importante dal titolo: “Integrazione a Siracusa, e la musica come linguaggio universale capace di abbattere qualsiasi barriera geografica e culturale: la Sicilia è la terra di passaggio di questo grande esodo che parte all’Africa verso l’Europa” durante il quale i protagonisti e gli addetti ai lavori sul territorio condivideranno col pubblico le loro storie. Domenica l'evento è tutto dedicato alla musica: “Vinyl hunt: guida alla produzione musicale, partendo dall’arte del digging”, al quale parteciperanno gli Headliners, Riccio, Katzuma e Pellegrino, che dialogheranno con il pubblico raccontando la loro passione per la musica ed il loro rapporto con i vinili. Un’occasione per scoprire un attualissimo universo musicale. L'evento è organizzato dall'associazione culturale Triade e, come dice Tony Fanciullo, "senza sovvenzioni pubbliche ma con l'entusiasmo dei sognatori.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 18/12/2018 alle  20:43:32, nella sezione ARTE,  231 letture)
Una nuova iniziativa quella di Benedetto Speranza, titolare di "Artigia" e promotore dell'artista siracusano Salvatore Accolla, che porta avanti da tempo un progetto ambizioso sia nel settore artistico che in quello del Marketing. Nel febbraio 2019, in collaborazione con l'associazione "Noi albergatori di Siracusa" si sta organizzando un evento in cui sarà presentata presso il Teatro Comunale di Siracusa l'anteprima tecnica del Film " Accolla e il cavallino rosso a Siracusa", diretto e prodotto dal regista milanese Paolo Boriani e poi proposto a Rai e Sky Art. Il film, successivamente, verrà proiettato presso il cinema Aurora di Belvedere. Dal 2017 ad oggi famosi critici d'arte, curatori e collezionisti si stanno interessando alle opere e al personaggio di Salvatore Accolla. Giorno 30 Novembre il docufilm di Boriani è stato proiettato in anteprima a Milano presso i locali dei Frigoriferi Milanesi riscuotendo notevole successo. Il pittore Salvatore Accolla è in crescita esponenziale nel settore artistico e questo è il momento giusto per cogliere l'opportunità e il vanto di essere sostenitori della sua ascesa. Speranza si rivolge a tutte le aziende che rappresentano l'eccellenza economica di Siracusa per mettere in atto una eventuale partnership per condividere questo evento e l'orgoglio di esserne i promotori. La proposta prevede di mettere in vendita le opere uniche della collezione "Resalibera" che consta di 50 opere formato 50x70 realizzate con tecnica a smalto su cartoncino, fornite di certificato di autenticità. Il ricavato della vendita sarà reinvestito in operazioni di marketing, stampa di cataloghi e promozione del film nel circuito delle sale del Cinema d'Essai. Per l'acquirente, oltre l'orgoglio di aver partecipato alla promozione di un artista siracusano, ci sono vantaggi fiscali e la possibilità di utilizzare le opere originali a scopo commerciale o pubblicitario, nonché di inserirle nel proprio brand aziendale.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 18/12/2018 alle  10:14:40, nella sezione EVENTI,  219 letture)
INCONTRO CON LA NUOVA REALTA' DELLE DONNE LIBICHE PROTAGONISTE DEL BUON GOVERNO Nella sala conferenze del "Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights" di Via Logoteta a Siracusa si è svolto il 17 e 18 dicembre un seminario internazionale sul tema "Italia-Libia - I tre orizzonti della governance locale: donne protagoniste del buon governo locale, competenza amministrativa, sviluppo territoriale". L'importante evento ha registrato gli interventi di Amal Altahir Abdullah Alhaaj, Board Director of Free Communications e di Samira Elmasoudi, President of “Development Organization in Support of Youth and Women in Libya", introdotte da Pierluigi Severi, Presidente di Minerva, società organizzatrice del seminario, affiancato da un rappresentante ANCI e da un rappresentante DGAP del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Vari gli argomenti di studio e di approfondimento da parte delle donne libiche, tutte amministratrici locali di varie municipalità del territorio libico: "Lo Stato e i Consigli distrettuali: principi costituzionali e legislativi che ne regolano i rapporti e che favoriscono la crescita del sistema istituzionale locale. Cultura amministrativa e partecipazione: incoraggiare forme di innovazione della democrazia dal basso e la disponibilità ad un continuativo atteggiamento cooperativo. La gestione amministrativa e finanziaria: modelli di acquisizione delle risorse finanziarie e destinazione delle risorse rispetto ai livelli di protezione sociale e di sviluppo del territorio. I programmi: dalle buone pratiche alle politiche di promozione dello sviluppo sociale, economico, educativo, ambientale e culturale. L’importanza della messa in rete delle donne amministratrici sul territorio libico. Incrementare la comunicazione pubblica". Presenti anche Ezechia Paolo Reale, segretario generale dell'Istituto, Paolo Amenta, presidente ANCI Sicilia e l'onorevole avvocato Sofia Amoddio.
 
di Redazione (pubblicato il 03/12/2018 alle  20:45:25, nella sezione LIBRI,  234 letture)
Venerdì 21 dicembre 2018 alle 18,00 presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia sarà presentato il libro "I signori della notte. Storie di vampiri italiani", edito da Morellini e curato dallo scrittore siracusano Luca Raimondi. Nel libro racconti di noti scrittori italiani: Fabio Celoni con "Color grigio sangue", Danilo Arona con "La forca dei lamenti", Silvana La Spina con " Le nane", Sacha Naspini con "Sangue del mio sangue", Fabio Mundadori con "Appena dopo il crepuscolo", Lea Valti con "All'ora dei vespri", Giuseppe Maresca con "Alice oltre lo specchio", Gianluca Morozzi con "L'argento e l'ombra", Stefano Pastor con "Le lacrime di Durga", Maurizio Cometto con "Turno di notte", Nicola Lombardi con "La sanguigna", Fabio Lastrucci con "Occhi, naso e bocca", Stefano Amato e Angelo Orlando Meloni con "Cavaliere del lavoro sucaminchiaque", e lo stesso Raimondi con "Mostri e mostriciattoli". 15 autori per 14 racconti dedicati al mito del vampiro: questa è l'antologia "I signori della notte. Storie di vampiri italiani" a cura di Luca Raimondi con prefazione del celebre scrittore milanese Andrea G. Pinketts. Un libro quindi dedicato al mito del vampiro, alla sua storia, al suo essere ancora un personaggio attuale, sebbene abbia cambiato nel tempo le sue vesti. Dal Nord Italia alla Sicilia i vampiri si muovono indisturbati tra la folla cittadina superando i confini del tempo, mietendo vittime silenziosamente. Questo il fantastico assunto da cui si muovono i racconti di questa interessante antologia fuori dagli schemi, che è stata così recensita da Luca Ramacciotti su "Dasapere": "Quattordici sfumature di sangue, di sensazioni, di suspense, di incredulità per un’antologia innovativa che è già un classico della letteratura (quella vera scritta bene) di genere. Si consiglia chi ama il tema vampiri, ma anche a chi non lo ama perché questo tema è una scusa per parlare di lavoro, società e virus. Si indaga nel mondo tra le punte dei canini". Nella serata del 21 dicembre dialogheranno con Luca Raimondi gli scrittori Angelo Orlando Meloni e Giuseppe Maresca. Introduce e modera Daniela Sessa. Intervento musicale del percussionista Paolo Greco.
 
di Redazione (pubblicato il 02/12/2018 alle  09:06:40, nella sezione ARTE,  227 letture)
Pubblico delle grandi occasioni quello intervenuto sabato 1 dicembre alla Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 per il vernissage della mostra d’arte contemporanea "Profondo Rosa", dedicata esclusivamente all'imprevedibile e multiforme universo espressivo femminile. Presentate dal direttore artistico Raimondo Raimondi le dodici artiste in mostra: Lisa Barbera, Stella Di Lorenzo, Nelly Fonte, Cetty Formosa, Michela Grasso, Marisa Leanza, Elena Lucca, Anna Mirone, Cristiana Moncada, Tomie Nomiya, Francesca Raffone e Cetty Urso che hanno ricevuto un artistico attestato di merito a ricordo della manifestazione. Raimondi si è soffermato sulle moltissime sfaccettature che caratterizzano questo particolare mondo in espansione, attingendo a un ventaglio vasto di esempi ed esperienze delle pittrici, capaci di una sensibilità che, manifestata in forma artistica, spesso raggiunge risultati notevolissimi. Tecniche diverse, ma uguale volontà creativa in una mostra che costituisce ancora una volta un’occasione d’incontro tra il pubblico e gli autori, dal quale incontro non può che venire uno stimolo positivo, una tensione utile al nostro territorio che ha una vera vocazione all’arte e alla cultura testimoniata dalla sua storia. Proiettato durante la serata il cortometraggio AMA, un bellissimo video dell’apneista e artista Julie Gautier, videomaker francese che lo ha concepito e girato nella piscina più profonda del mondo, presentato per la prima volta l' 8 marzo di quest'anno in occasione della Giornata Internazionale della Donna. La brava attrice siracusana d'adozione Lalla Bruschi ha poi recitato alcune poesie di Pablo Neruda dedicate alla donna e alla pittura. Presenti numerosi artisti, pittori e poeti, e appassionati d'arte cui è stato offerto un ricco buffet coronando la serata dedicata alle meraviglie della pittura con un sano momento di convivialità.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 26/11/2018 alle  11:14:46, nella sezione EVENTI,  213 letture)
Dal 5 al 6 dicembre 2018, il Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights organizzerà presso la sua sede di Siracusa il primo Regional Strategic Dialogue di alto livello (Dialogo Strategico Regionale) sul traffico illecito in Europa sudorientale. Parteciperanno all’iniziativa numerosi ministri e funzionari nazionali dell’intera regione geografica, oltre che i maggiori attori regionali e internazionali impegnati nella lotta al fenomeno. Prenderanno parte alla due giorni di lavori, tra gli altri, i seguenti autorevoli funzionari internazionali:Tim Morris, Direttore Esecutivo, INTERPOL; Snejana Maleeva, Direttore Generale Southeast European Law Enforcement Center (SELEC); Brian Donald, Capo dello Staff del Direttore Esecutivo Europol; Jean Luc Lemahieu, Direttore Sezione Policy Affairs and Public Information Ufficio delle Nazioni Unite per il Controllo della droga e la Prevenzione del Crimine; Leigh Winchell, già Vicedirettore dell’Unità Enforcement and Compliance Organizzazione Mondiale delle Dogane: Lo scopo principale dell'iniziativa è discutere con i leader politici e le diverse autorità nazionali, regionali e internazionali le sfide poste dal traffico illecito nella suddetta area geografica, sviluppando al contempo nuove strategie di contrasto al fenomeno. Il Regional Strategic Dialogue è organizzato dall’Istituto nell’ambito del suo progetto biennale di ricerca e assistenza tecnica sul Rafforzamento della lotta contro il traffico illecito in Europa Sudorientale. Lanciato nel 2017, il progetto è sostenuto da PMI IMPACT, un'iniziativa globale di Philip Morris International volta a supportare iniziative dedicate alla lotta al traffico illecito e ai crimini correlati.
 
di Redazione (pubblicato il 23/11/2018 alle  19:05:48, nella sezione EVENTI,  245 letture)
Prossimo appuntamento alla Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Ortigia fissato per sabato 1 dicembre alle ore 18,00, quando avrà luogo il vernissage di una mostra d’arte contemporanea dal titolo "Profondo Rosa", che questa volta è dedicata esclusivamente all'imprevedibile e multiforme universo espressivo femminile, puntando l'attenzione - come dice il direttore artistico Raimondo Raimondi - "sulle moltissime sfaccettature che caratterizzano questo particolare mondo in espansione, attingendo a un ventaglio vasto di esempi ed esperienze delle nostre amate pittrici, l'altra metà del cielo, capaci di una sensibilità che, manifestata in forma artistica, spesso raggiunge risultati notevolissimi". Dodici le artiste in mostra: Lisa Barbera, Stella Di Lorenzo, Nelly Fonte, Cetty Formosa, Michela Grasso, Marisa Leanza, Elena Lucca, Anna Mirone, Cristiana Moncada, Tomie Nomiya, Francesca Raffone e Cetty Urso. Tecniche diverse, ma uguale volontà creativa in una mostra che costituisce ancora una volta un’occasione d’incontro tra il pubblico e gli autori, dal quale incontro non può che venire uno stimolo positivo, una tensione utile al nostro territorio che ha una vera vocazione all’arte e alla cultura testimoniata dalla sua storia.
 
Sabato 17 novembre alle 18,00 nei locali della Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Ortigia verrà presentato il romanzo "Gli scambi" di Letizia Manzella, figlia del pittore palermitano Salvatore Manzella. Il libro narra una storia strana, un po' fantasy un po' metafisica, nella quale a causa degli effetti di un particolare fenomeno astronomico alcuni personaggi, improvvisamente, si ritrovano a vivere insolite esperienze che sottendono una verità normalmente non percepibile nella realtà quotidiana. Angela e Teresa, che non si erano mai viste prima, scoprono di avere un passato in comune, dei ricordi che le rendono d'un tratto unite indissolubilmente da un legame ancestrale. Sirgy scopre strane sintonie tra la sua vita e quella dello scultore Vitaliano e, dopo un primo periodo di grande sgomento, vuole approfondire quelle esperienze che lui stesso aveva definito aberrazioni psico-sensoriali. La sua cognizione della vita non può che cambiare poiché gli si rivela un nuovo paradigma contenuto nella frase criptica: "Una chiave è celata nel ricordo. Non siamo sempre noi. Ricorda di ricordare". Nella storia che intreccia le vite di questi personaggi, irrompe a un certo punto la scienziata e scrittrice Rebecca Targia che parla della risonanza tra elementi di differenti gamme di energia, di come la fiamma reagisce ai suoni e di come l'acqua reagisce alla musica e anche a parole, a pensieri, a emozioni e sentimenti. Come se ci fosse un rapporto di risonanza tra le vibrazioni cosmiche e la psiche umana. Teorie affascinanti ma naturalmente non dimostrabili sulle quali si avvita la vicenda narrata da Letizia Manzella fino alla conclusione del romanzo. L'autrice, che ha compiuto studi filosofici, dimostra in questa sua narrazione la passione per la conoscenza delle possibilità ancora inesplorate della mente umana, per il misterioso mondo del paranormale e per le sconosciute forze cosmiche che dominano l'universo e influiscono sui nostri destini. La serata, introdotta dal direttore della Mediterranea Raimondo Raimondi, vedrà svilupparsi uno stimolante dialogo tra la scrittrice e la psicologa palermitana Anna Maria Costantino. Alcuni brani del libro saranno letti dall'attrice Lalla Bruschi.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 10/11/2018 alle  09:01:42, nella sezione LIBRI,  221 letture)
Venerdì 9 novembre presso la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia è stato presentato il libro di poesie di Luca Campi dal titolo "L'ora dei lupi". Hanno dialogato con l'autore il poeta e critico Raimondo Raimondi, autore anche della prefazione, e la scrittrice siracusana Maria Lucia Riccioli. Sono state lette alcune delle liriche del libro nell'interpretazione dell'attrice Lalla Bruschi e proiettate significative ed eloquenti immagini. Luca Campi è originario di Tradate ma vive da molti anni a Siracusa ed è autore di varie sillogi di poesie e vincitore di diversi premi, tra cui il Premio nazionale OK Arte - Poeti costruttori di Pace 2017 e il recentissimo Premio Nazionale Mimesis di poesia XXI edizione 2018 al Castello d'Itri. Versi liberi e moderni, quelli di Luca Campi, variabili nella metrica, ma assolutamente musicali e godibili non solo nella lettura, ma anche e soprattutto nell'ascolto dal vivo, in un magico reading, laddove la poesia può essere ascoltata e laddove, con il linguaggio del corpo e il modo di leggere, il testo viene interpretato, aggiungendo la dimensione teatrale della dizione e della recitazione alla meraviglia del verso. Il libro di Campi consta di 174 pagine e si divide in quattro parti intitolate: "Di maghi e di farfalle", "Di un altro mondo", "Lettere dallo scoglio", "Frammenti ed altri segni". Luca Campi ha scelto di vivere a Siracusa alla fine del suo girovagare seguendo un percorso di vita e di pensiero che ha creato nella sua poesia interessanti tessiture scaturite dalle contrapposte ispirazioni e dai diversi temi trattati.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 01/11/2018 alle  18:50:52, nella sezione ARTE,  294 letture)
Il Circolo Unione di Augusta ha ospitato la mostra degli acquerelli di Costantino De Martino. Una mostra breve che avrebbe meritato per la qualità dei manufatti una ben più lunga esposizione per consentire a un pubblico più numeroso di poterne fruire. De Martino è architetto, appassionato d'arte e uomo di grande cultura che solo recentemente ha voluto esprimere la sua creatività con questa tecnica veloce e affascinante, prediletta dagli antichi viaggiatori per la sua rapidità e per la facile trasportabilità dei materiali, caratteristiche queste che l'hanno resa molto usata da chi dipinge viaggiando e all'aria aperta. Tra gli artisti inglesi, caposcuola sono stati William Taverner, John Robert Cozens e soprattutto William Turner, innovatore nelle luci accecanti e irreali. Tra i seguaci di questa tecnica si sono distinti anche Cézanne, Gauguin, Manet, Degas e più recentemente Paul Klee e Eduard Hildebrandt. Delicatissimi, gli acquerelli di Costantino De Martino costituiscono momenti dell'anima, vibranti di intensità e colore, fotografie d'effetto che non hanno bisogno di alcuna sofisticata macchina, ma soltanto della mano abile del pittore e del sentimento del tempo che affiora nell'uomo che ama la natura e le cose, che sa apprezzare la bellezza delle architetture e sa ricreare dapprima dentro di se e poi comunicare agli altri attraverso l'immagine "liquida" paesaggi che sono anzitutto sentimenti, nostalgie, commozioni e stati d'animo spesso irripetibili perché legati a un breve momento, all'espace d'un matin.
 
di Redazione (pubblicato il 28/10/2018 alle  18:08:07, nella sezione CULTURA,  240 letture)
Presentata a Siracusa nel salone di Villa Reimann la rivista "De Sidereum", curata da Davide Crimi. Un evento organizzato da Silvio Aliffi, cancelliere comandante dell'Ordine dei Cavalieri di Pitia, presenti Giacinto Avola, presidente di Inforum Europa, Domenico Romeo, Console di Turchia, Adriana Roccamo Bizzarro, l'editore Carlo Morrone, il professore Galvagno, il dottor Antonino Scandurra, Elena Lazarenko e gli amici di Casa Russia, Antonio Urzì Brancati dell'Ordine Esoterico Martinista e tanti altri personaggi di spicco intervenuti. La rivista De Sidereum accoglie in pieno i principi martinisti e professa quindi la filosofia dell’Unità, protesa versa una conoscenza diretta, senza mediazioni di un clero, ma portatrice di un messaggio universale a cui ciascuno, nelle dovute condizioni, può accedere direttamente. Da queste ragioni proviene il titolo De Sidereum, consacrato a una mancanza che l’opera di rigenerazione filosofica, attraverso la costante operatività, può fortemente contribuire a risolvere. La Rivista è articolata in tre parti: una prima sezione dedicata alla filosofia spiritualista e specialmente al Martinismo; una seconda di selezione letteraria, definita delle “Corrispondenze”, nella quale trovano ospitalità contributi di natura artistica, dalla poesia alla pittura, dalla critica letteraria e teatrale alle forme di speri menzione. La sezione conclusiva lascia il posto a contributi di approfondimento dottrinale attingendo direttamente al repertorio dei Maestri Passati che hanno fatto grande la dottrina e la filosofia del Martinismo, sovente sconosciuta ai più, che la Rivista intende far conoscere come sistema di strumenti per la comprensione e l’azione per la rigenerazione dell’anima.
 
di Redazione (pubblicato il 28/10/2018 alle  13:27:15, nella sezione EVENTI,  238 letture)
 Una mostra collettiva dall'eloquente titolo "Mirabilia" è il prossimo appuntamento della Mediterranea Art Gallery di via Dione, nella quale si potranno ammirare alcune opere di ben 14 artisti quali SALVATORE ACCOLLA, STEPHANIE ANDREW, LINO BAIO (in arte Blino), GIOVANNI COMPAGNINO, FRANCO CONDORELLI, MAURO DRUDI, GIUSEPPE INSOLIA, ANGELO MONCADA, SALVATORE NIZZA, RAIMONDO RAIMONDI, PAOLO da SANLORENZO, GIOVANNI SARACENO (in arte Kiba), CLAUDIO SCHIFANO ed EMANUELE VITTORIOSO. La mostra sarà aperta al pubblico dal 4 novembre con orario di apertura dalle 18,00 alle 20,00 fino al 17 novembre quando, in chiusura, verrà presentato il romanzo di Letizia Manzella "Gli scambi", un tuffo nel mistero della vita attraverso la prosa suadente della scrittrice palermitana, che converserà con la psicologa Anna Maria Costantino. Durante la mostra, il 9 novembre verrà presentata in galleria "L'ora dei lupi", la silloge di poesie di Luca Campi, poeta lombardo che ha scelto di vivere a Siracusa alla fine del suo girovagare seguendo un percorso di vita e di pensiero che ha creato interessanti tessiture scaturite dalle contrapposte ispirazioni e dai diversi temi affrontati. Interverrà nella presentazione la professoressa Maria Lucia Riccioli.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 14/10/2018 alle  08:42:30, nella sezione EVENTI,  263 letture)
Inaugurata sabato 13 ottobre la collettiva “Art-igia n. 1. Nuove visioni del contemporaneo”, una mostra, nata da un’idea di Benedetto Speranza e Giuseppe Bombaci, che è stata inserita nel calendario degli eventi organizzati per la quattordicesima Giornata del Contemporaneo, kermesse internazionale indetta dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani per promuovere l’arte del nostro tempo attraverso mostre, eventi, laboratori e aperture gratuite di musei in Italia e all’estero. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti e piccole personali che intendono offrire uno sguardo nuovo sull’arte, con venti dipinti degli artisti Evita Andújar, Marco Bettio, Gabriele Colletto, Salvatore Difranco, Demetrio Di Grado, Alessandro Gurciullo, Sarah Ledda, Maurizio Pometti, Samantha Torrisi, Massimiliano Usai. La collettiva non ha un preciso filo conduttore, anzi mette in evidenza proprio le differenze, la diversità di linguaggi e tecniche che caratterizzano lo scenario dell’arte contemporanea. Sono stati selezioni artisti diversi tra loro per origine e formazione: alcuni legati al territorio, altri provenienti da realtà diverse ma che per il loro sentire o per il loro modo di vivere si sono avvicinati alla realtà siciliana e, in particolare, siracusana. Un percorso espositivo ricco e articolato dove va in scena il confronto e la diversità espressiva dei vari linguaggi: i delicati volti di donna tratteggiati dalla matita di Maurizio Pometti, la sensualità degli smalti monocromi di Salvatore Di Franco, le affascinanti e suggestive atmosfere oniriche degli oli di Samantha Torrisi, le sinistre visioni di Gabriele Colletto, i ritratti di donne di Sarah Ledda ed Evita Andújar ci portano per mano in un viaggio breve ma ricco di emozioni.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 12/10/2018 alle  20:04:01, nella sezione EVENTI,  257 letture)
 
Continuerà fino al 20 ottobre la mostra "Fra l'illusorio e la realtà - L'arte dei sentimenti nascosti" presso la Mediterranea Art Gallery di Siracusa, nel cuore di Ortigia. L'evento, coordinato dallo scultore Angelo Cottone con la direzione artistica del critico d'arte Raimondo Raimondi, è stato inaugurato il 6 ottobre con grande affluenza di pubblico e con l'intervento del maestro Paolo Greco, noto musicista siracusano, che si è esibito in una sua performance "percussion live". I dodici artisti, pittori e scultori in mostra, affermati a livello nazionale, sono Gianfranco Bevilacqua, pittore e scultore, nelle cui opere si apprezzano la musicalità del movimento e il verticalismo dei corpi verso l'alto, verso l'infinito; Teresa Borgia, catanese, pittrice figurativa, la cui ricerca artistica parte dalla luminosità solare della terra, per cogliere paesaggi e creare composizioni ricche di cromaticità ed armonia; Badò, nome d’arte di Domenico Battaglia, pittore nativo di Catania, scultore, grafico, incisore, attento conoscitore dei monumenti e della storia della propria città. Acquarellista di dichiarata fama aggiunge a questa tecnica la delicatezza del colore e la sapienza del segno nella rappresentazione di antiche architetture; Angelo Cottone, scultore di Adrano, che ha compiuto studi artistici presso l'Istituto statale d'arte di Catania e oggi si divide tra il Piemonte dove risiede e la sua Sicilia, alternando l'attività artistica con quella di organizzatore di importanti eventi culturali; Cetty Formosa, pittrice siracusana che ama la figura femminile rappresentandola nelle sue opere con campiture cariche di colore e variabili fluttuazioni di luce e densità pittorica: le sue tele delicatamente colorate sono dotate di un senso d’antico e di un romanticismo d’altri tempi e sono percorse da forme che assumono un figurale tessuto narrativo; Salvatore Laudani, pittore figurativo di Catania, caratterizzato da una pittura del colore, che nasce dal colore, vibrante o soffuso, ma sempre sentito in punta di pennello come veicolo mediale che assicura il contatto tra l’artista e il suo pubblico; Pippo Ragonesi, incisore e ceramista di Belpasso, nelle cui opere è centrale la ricerca del colore e l’approfondimento dei valori emozionali, che a volte sottintendono la mutevolezza dell’animo umano. La padronanza del segno e il controllo dei valori cromatici lo portano alla realizzazione di efficaci composizioni, mentre la sua spiritualità lo porta a volte a una interpretazione simbolistica e metafisica; Maurizio Sanfilippo, pittore di Assoro, che rappresenta, con una sapienza tecnica estrema e una sensibilità di matrice impressionista, angoli e scorci di Sicilia, riuscendo miracolosamente a cogliere la luce che penetra nelle antiche pietre, umanizzando lo spazio teatrale delle architetture; Claudia Saraniti, di Cesarò (Messina), pittrice “impressionista” che compie una ricerca continua di mediare tra la massima interiorizzazione possibile e la limpida rappresentazione del soggetto, badando più alla sua intima essenza che all’oggettiva realtà; Rudy Sesti, noto artista siracusano vissuto anche a Roma e prematuramente scomparso. La sua opera pittorica va alla ricerca dell’anima dei soggetti ritratti sulla tela e si basa su forme e cromìe, ambedue elementi unificati dal collante delle sue personalissime emozioni e sensazioni; Vittorio Sodo, pittore che dipinge distac¬candosi dalla realtà quel tanto che basta per ottenere un effetto meta¬fisico, quasi rivisitando le cose vi¬ste con l’occhio attraverso la magi¬ca fantasia del pennello. Propone una pittura basata preva¬lentemente sul gesto e sul colore, elementi di una ricerca sapiente ed elaborata, in cui il dato pittorico viene filtrato attraverso l’interpretazione dell’artista; Giselle Treccarichi, infine, artista di Cesarò (Messina), pittrice affermata di matrice strettamente realistica e figurativa. Il suo realismo però interpreta, attraverso un simbolismo pittorico profondo, paesaggi mozzafiato che si avvalgono di sfumature di colore affascinanti e sfruttano la sapienza del gesto pittorico dell’artista per ricreare suggestive alternanze di luce.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 03/10/2018 alle  09:00:51, nella sezione EVENTI,  276 letture)
Venerdì prossimo, 5 ottobre, a partire dalle ore 15, e sabato 6 ottobre, dalle 9,30 alle 13, al Teatro Massimo Comunale di Siracusa, in Ortigia, in Via del Teatro, 15, i vertici nazionali e regionali dei Consulenti del lavoro e della Fondazione Lavoro si confronteranno col governo regionale, con Inps e Inail della Sicilia e con l’Ispettorato nazionale del lavoro. Si partirà dal nuovo rapporto dei Consulenti del lavoro sull’occupazione in Sicilia, che sarà presentato in questa occasione, con l’obiettivo di analizzare quanto di buono si fa nelle altre Regioni e, quindi, di condividere criteri diversi sui quali definire politiche attive del lavoro innovative ed efficaci nell’Isola. “Madrina” del Quinto congresso regionale su “Sfide e opportunità in un mercato del lavoro dinamico”, organizzato dalla Consulta siciliana degli Ordini dei consulenti del lavoro con l’Ordine di Siracusa, sarà la presidente nazionale Marina Calderone. Il Rapporto sarà illustrato dal presidente della Fondazione Studi, Rosario De Luca. Il confronto politico col governatore Nello Musumeci e con l’assessora regionale alle Politiche del lavoro, Mariella Ippolito, sarà coordinato dal presidente regionale della categoria, Leonardo Giacalone; mentre quello tecnico con i vertici burocratici della Regione (Marco Montoro, dirigente Programmazione, e Francesca Garoffolo, dirigente generale dipartimento Lavoro) sarà gestito dal presidente nazionale della Fondazione Lavoro, Vincenzo Silvestri. Sabato mattina saranno di scena gli effetti del “decreto Dignità”, con l’analisi, fra gli altri, di Danilo Papa, direttore centrale della Vigilanza dell’Ispettorato nazionale del lavoro, e della senatrice Nunzia Catalfo (M5s), presidente della commissione Lavoro di Palazzo Madama.
 

 988 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (236)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (116)
CRONACA (731)
CULTURA (199)
EDITORIALI (26)
EVENTI (338)
LIBRI (203)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019

Gli interventi più cliccati

< agosto 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
18
19
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie più cliccate


Titolo


17/02/2019 @ 12:28:43
script eseguito in 269 ms