\\ Home page : Articolo
ORTIGIA, REGNO DI STRACCIONI E CAMINANTI
di Redazione (pubblicato il 24/08/2012 alle  10:22:56, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  1205 letture)

Un nuovo fenomeno sociale portato all’esasperazione dalla crisi economica in corso rischia di trasformare le nostre città in sobborghi miserabili dove i cittadini vengono letteralmente aggrediti da una schiera di professionisti della pubblica carità: dall’alcolista sdentato al “punkabbestia” con branco di meticci al seguito, dalla madre rom con prole attaccata al seno al mendìco che espone le sue deformità per impietosire ed indurre all’elemosina, dai ragazzini zingari spediti dai padri in giro per i tavoli dei bar ai venditori di pianetini della fortuna, dai fastidiosi percussionisti “rasta” agli (stonati) strimpellatori di fisarmoniche e altri strumenti. Ora, se il fenomeno è difficilmente gestibile dalla forza pubblica, considerato il numero impressionante dei questuanti, diventando quindi un dato di fatto della nostra quotidianità, un dazio da pagare sull’altare della sperequazione tra ricchi e poveri in questa nostra società dei consumi ad oltranza, non sempre è tollerabile come un ulteriore tormentone a carico di chi si avventura in una città annegata nel traffico, dopo aver parcheggiato con enormi difficoltà e aver avuto a che fare coi parcheggiatori abusivi, facendo un vero e proprio percorso ad ostacoli tra gli straccioni e i loro cani, subendo un continuo gravame della coscienza contro il quale non resta che indurire l’animo, anche perché se dovessimo dare cinquanta centesimi a ognuno di costoro ogni volta che passiamo loro davanti (e nessuno ti ringrazierà per cinquanta centesimi, il minimo sindacale è un euro), non basterebbe uno stipendio. Questa è la situazione del centro storico di Ortigia nelle zone più eleganti di corso Matteotti, nella piazza Duomo oramai bazaar di “caminanti” che propinano mercanzie cinesi per bambini, nessuna in regola CEE anzi a volte assai rischiose o nocive. Così, ancora una volta, meglio i centri commerciali, dove questo fenomeno viene “gestito” dalla vigilanza interna, assai più efficiente dei vigili urbani e delle altre forze dell’ordine, la quale opera una tolleranza zero, almeno all’interno della grande struttura commerciale. Invece in città i mendicanti si sono divisi il territorio e litigano tra di loro se qualcuno “sconfina”, perché è assai più remunerativo e poco faticoso raggranellare spiccioli con questo sistema piuttosto che lavare scale nei condomini. Insomma, quella del mendicante è diventata una professione remunerativa, una condizione sociale, uno “status” che agisce sulle coscienze dei cittadini che vengono stimolati nel senso di pena, con la complicità delle coscienze sporche dei governanti che sanno di non fare nulla per alleviare la triste vita dei diseredati e per eliminare questo spettacolo, indegno d’una civiltà evoluta, dalle nostre strade.

 669 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (252)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (60)
COSTUME E ATTUALITA' (117)
CRONACA (734)
CULTURA (201)
EDITORIALI (26)
EVENTI (353)
LIBRI (207)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020

Gli interventi pił cliccati

< marzo 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         


Titolo

 



Titolo

Le fotografie pił cliccate


Titolo


31/03/2020 @ 09:43:08
script eseguito in 156 ms