Scrivi alla redazione: redazione@dioramaonline.org

 
di Redazione (pubblicato il 17/11/2017 alle  19:54:37, nella sezione EVENTI,  139 letture)
Il regista e sceneggiatore catanese Alessandro Marinaro presenterà anche a Siracusa, dopo averlo fatto con enorme successo alla Feltrinelli di Catania, il suo libro nella Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia, sabato 18 novembre alle ore 18,30. "Storie di presunti imbecilli" è il suo libro di esordio: una raccolta di racconti surreali e grotteschi in cui l’autore, giocando con stilemi desunti da Verga a Pirandello, da Maupassant a Cechov, passando per Gogol, Mann, Buzzati, racconta la Sicilia e i suoi “invisibili”, gente che magari non voleva essere raccontata, ma che sicuramente sarebbe fiera di interessare i lettori. Sono personaggi bizzarri e densi di umanità, di cui ridiamo e che compatiamo, ma che hanno sempre qualcosa di eroico nel loro “volerci essere” a tutti i costi. Una insopprimibile volontà di vita in questa rivendicazione del diritto di essere imbecilli, a volte costretti dalla vita e dalle circostanze ad apparire tali. Qualcuno lo fa con assoluta innocenza, qualcun altro con una certa baldanza: diversi modi di essere imbecilli che restituiscono l’ampia gamma della fragilità umana. Alessandro Marinaro, conosciuto soprattutto come regista cinematografico, ha ottenuto importanti riconoscimenti con i suoi film ma, negli ultimi anni, ha partecipato a diversi concorsi letterari, rientrando fra i 25 vincitori del concorso "Racconti nella Rete" con la breve novella "La scoperta del piccolo Emmanuele", inclusa poi nell'antologia edita da Nottetempo. Nella serata del 18 novembre, vivacizzata dall’intervento del musicoterapeuta Paolo Greco, a presentare il libro di Marinaro sarà il semiologo Salvo Sequenzia, che così si è espresso sul libro: “I quindici racconti che compongono Storie di presunti imbecilli di Alessandro Marinaro appaiono, nella loro testura formale, strutturalmente “reticolari”, enigmatici, scissi tra due poli: quello dell’adesione mimetica alla realtà e e quello della poetica dell’assurdo. Gli avvenimenti narrati diventano, nella loro dimensione metaforica e simbolica, costituenti di una strategia narrativa colta e sottile, che il narratore intrama dando vita a un testo in cui precipitano, fondendosi in una prosa coltivata e sorvegliatissima, l’umoristico, il grottesco e il drammatico. I racconti di Marinaro sono caratterizzati, infatti, dall’uso sapiente di un registro umoristico che agisce sul fondo di ogni storia, nella quale si muove una umanità deragliata, confinata ai margini della società, chiusa nella propria tragedia, nei propri sogni. Per dare voce a questa umanità oscura Marinaro ricorre a una scrittura densa di paradossi, di metafore, di iperboli, eppure immediata, nitida, studiata”.
 
di Redazione (pubblicato il 17/11/2017 alle  19:50:18, nella sezione EVENTI,  138 letture)
Dal 24 novembre 2017 al 14 gennaio 2018 avrà luogo a Palazzo Platamone (Palazzo della Cultura) in Via Vittorio Emanuele II a Catania la Mostra promossa e realizzata dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo con il Comune di Catania - Assessorato ai Saperi e Bellezza Condivisa, dal titolo "Soft wall", opere di Pablo Echaurren, a cura di Francesca Mezzano, con inaugurazione il 23 novembre. Pablo Echaurren nasce a Roma nel 1951. Inizia a dipingere a diciotto anni e, tramite Gianfranco Baruchello, viene scoperto dal critico e gallerista Arturo Schwarz che fa conoscere il suo lavoro in Italia e all’estero. Tra il 1971 e il 1975 espone a Berlino, Basilea, Filadelfia, Zurigo, New York, Bruxelles e nel 1975 è invitato alla Biennale di Parigi.Il suo esordio avviene all’insegna di un minimalismo, di una concettualità e di un’antipittoricità alternativi all’idea di opera d’arte come feticcio. Questa è la direzione in cui l’artista si è mosso da allora, sempre alla ricerca di nuovi linguaggi e nuove forme di espressione, senza mai adagiarsi sul già fatto. «La beauté est dans la rue», slogan del maggio francese, può essere considerato il concept della mostra che, pur attraversando un percorso cronologico di tre decenni, non è una antologica bensì una rassegna a tema, incentrata sul costante dialogo che Pablo Echaurren intrattiene con le espressioni della comunicazione, percorrendo le vie di una ricerca tesa ad abbattere le separazioni culturali e allargare così le pareti dell’estetico oltre i confini istituzionali. Certe modalità espressive da graffitismo metropolitano, l’utilizzo vivace dei colori, l’arte come mezzo diretto di (contro) informazione, quel non distinguere tra l’alto e il basso sono elementi che anticipano la diffusione dell’odierna, cosiddetta street-art, e dunque consentono di considerare Pablo Echaurren un precursore del genere. ​
 
di Redazione (pubblicato il 16/11/2017 alle  10:09:45, nella sezione COSTUME E ATTUALITA',  171 letture)
Presentato a Roma presso la sala stampa della Camera dei Deputati, il nuovo progetto politico “La Mossa del Cavallo” che ha come promotori, tra gli altri, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa. Il collasso dellle principali forze politiche, l’incostituzionalità della legge elettorale, la crisi economica e sociale che investe lavoratori, pensionati, giovani e famiglie, sono i motivi principali per cui nasce la "Mossa del Cavallo". Ci rivolgiamo, in maniera trasversale, a tutti i cittadini che hanno partecipato al massimo momento di partecipazione democratica degli ultimi anni, il referendum costituzionale che ha sonoramente bocciato la riforma di Matteo Renzi, ma anche a chi ha disertato le urne in Sicilia. La "Mossa del Cavallo", e, come suo primo atto, la "Lista del Popolo", nasce perché si è reso ormai indispensabile offrire uno sbocco a tutti i cittadini che non si sentono rappresentati dai partiti ma che sentono la necessità di partecipare alla vita politica per cambiare lo stato delle cose e attuare pienamente la Costituzione, svuotata e aggirata da leggi truffa.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 15/11/2017 alle  11:28:33, nella sezione EVENTI,  164 letture)
Rafforzare la lotta al traffico illecito in Europa sudorientale è il tema della prima riunione di esperti internazionali che si è svolta a Siracusa presso la sede del Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights. Inserito all’interno di un nuovo e ambizioso progetto di assistenza tecnica lanciato dall’Istituto nel settembre di quest’anno – e supportato da PMI IMPACT, un’iniziativa globale di Philip Morris International - il meeting ha visto la partecipazione di diversi esperti mondiali del settore. L’obiettivo principale del meeting è stato quello di predisporre report tecnici sulla lotta al traffico illecito nei diversi paesi coinvolti nel progetto (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Grecia, Kosovo, Macedonia, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia e Turchia) e di tracciare delle linee guida in chiave nazionale per affrontare più efficacemente i fenomeni legati al traffico illecito, in particolare il traffico di esseri umani, degli stupefacenti, del tabacco e delle armi, attività tutte saldamente in mano al crimine organizzato. La riunione di esperti è stata inaugurata dal Dott. Filippo Musca, Vicedirettore Generale del Siracusa International Institute ed è stata coordinata per la sua intera durata dal Dott. Tobias Freeman, responsabile del progetto, e dal Dott. Stefano Betti, in veste di consulente scientifico. I lavori del meeting sono proseguiti fino a mercoledì 15 novembre, giornata in cui gli esperti hanno definito le linee guida per affrontare in maniera più efficace la lotta al traffico illecito nei diversi paesi.
 
di Redazione (pubblicato il 14/11/2017 alle  18:39:28, nella sezione EVENTI,  173 letture)
Lunedì 20 novembre presso il salone Amorelli di Palazzo Greco, avrà luogo l’incontro del regista greco Yannis Kokkos con la città e con i giornalisti in vista del 54.mo Ciclo di Rappresentazioni classiche nella primavera del prossimo anno. Il regista greco naturalizzato francese dirigerà infatti “Edipo a Colono”, spettacolo che sarà allestito per la quinta volta a Siracusa dopo le edizioni del 1936, 1952, 1976 e 2009. Saranno presenti anche il direttore artistico del Festival, Roberto Andò, il commissario straordinario della Fondazione Inda, Pier Francesco Pinelli e il presidente dell’associazione Amici dell’Inda Giuseppe Piccione. Nato ad Atene, Yannis Kokkos vive in Francia dal 1963. Dal 1965 inizia la sua attività come scenografo e costumista collaborando con numerosi registi. La sua prima regia è del 1987 con lo spettacolo di prosa La principessa bianca di Rilke messa in scena per il Thèâtre de l'Escalier d'Or. Nello stesso anno compie il suo esordio come regista d'opera a Gibellina in Sicilia con L'Oresteďa di Yannis Xenakis. Due anni dopo realizza al Comunale di Bologna la regia di Boris Goudunov e di Don Carlo. Nel 1991 firma la regia della prima rappresentazione francese di Morte a Venezia di Britten per l'Opèra de Nancy. All'Opera Bastille realizza la regia di Boris Goudunov nel 1992 con la direzione musicale di Myung Whun Chung e Norma nel 1997; per il Welsh National Opera Cardiff e per la Royal Opera House Covent Garden realizza nel 1993 la sua prima regia wagneriana con Tristan und Isolde.
 
di Redazione (pubblicato il 14/11/2017 alle  16:12:34, nella sezione EVENTI,  209 letture)
Dal 25 novembre al 22 dicembre gli spazi espositivi del Caffè letterario del Palazzo della Cultura, in Via Vittorio Emanuele 121 a Catania, ospiteranno "Distress", personale della pittrice persiana Rasta, a cura della galleria Beniamin Art con la direzione artistica di Paolo Greco. La mostra, realizzata con il patrocinio dell'Accademia di Belle Arti e del Comune di Catania, sarà inaugurata sabato 25 alle ore 17.30, alla presenza dell'artista, con gli interventi di Virgilio Piccari direttore dell'Accademia di Belle Arti, Enzo Federici e Ornella Fazzina, docenti rispettivamente di pittura e storia dell'arte nell'Accademia etnea; del semiologo Salvo Sequenzia e di Tino Vittorio, docente di Storia contemporanea nella Facoltà di Scienze Politiche dell'università di Catania. Rasta Safari in arte Rasta (Mashad, Iran – 1988), formatasi nell'Accademia d'Arte dell'Università di Zahedan, ha partecipato a diverse mostre in patria e all'estero. I suoi dipinti, realizzati con colori acrilici e a olio, scavano nella condizione di inquietudine dell'uomo contemporaneo, suscitando nell'osservatore sensazioni e stati d'animo di smarrimento e di vertigine. Un «viaggio dentro l'angoscia» - così Salvo Sequenzia nel testo critico della mostra – di cui l'autrice ci restituisce un «resoconto lucido, disarmato, dolente». «Distress – scrive il semiologo - racconta la condizione di apolide, o di clandestinità, in cui versa l'umano, una moltitudine desiderante che vaga nella Storia, senza la nostalgia di una patria perduta, privata della consolazione del nostos, di ogni possibilità di redenzione e di riscatto. […] Rasta Safari si fa cantore dell'esodo immane dei "naufraghi della globalizzazione", del loro destino di resa. Denuncia sociale, tensione etica e accoglimento della prossimità innervano l'opera di Rasta Safari, che si precisa in una opposizione radicale a una realtà prestabilita da gruppi sociali egemoni poco inclini a concedere spazio alle alternative e alle possibilità dell'umano che la giovane pittrice raffigura nella sua incessante peregrinatio per gli arcipelaghi e gli inferni del mondo».
 
di Redazione (pubblicato il 08/11/2017 alle  15:50:04, nella sezione EVENTI,  192 letture)
Sabato 18 novembre 2017, alle ore 18,30 nella Galleria Civica d'Arte, "Sala degli Oratori", Palazzo Moncada, sita in Largo Barile a Caltanissetta, l'Assessorato alla Cultura di Caltanissetta e il Circolo Letterario "Pennagramma" presenteranno l'evento "Dialogo intorno alla Sicilia" (Lettura dell'isola da un punto di vista artistico-letterario) a cura di Lisa Bachis. Saranno presenti: Lisa Bechis autrice con Palmina Barbagallo di "Impressioni in fase d'ascolto", Algra editore, e Mario Cunsolo, autore di "Sicily 2133", Algra editore. Interverranno: Giovanni Ruvolo, Sindaco di Caltanissetta, Carlo Campione, Assessore alla Creatività e Servizi alla Persona, Michelangelo Lacagnina, Maestro D'Arte. Seguirà una degustazione di torroni tipici tradizionali nisseni e di Malvasie tipiche isolane.
 
di Redazione (pubblicato il 08/11/2017 alle  15:48:42, nella sezione EVENTI,  172 letture)
Sabato 2 dicembre 2017, alle ore 17,00, avrà luogo nella Sala Cartia del Palazzo Comunale di Rosolini la presentazione del libro "Giuseppe Scollo - Un figlio di Rosolini - Dimenticanza, Oblio, Rimozione", i cui autori sono Corrado Di Stefano e Antonino Risuglia. Nel libro si ricorda che la città di Rosolini, come tutte le città italiane, diede il suo contributo di vite umane nella carneficina consumatasi nello svolgimento della Grande Guerra. Oltre ai caduti sul campo di battaglia, numerosissimi furono coloro i quali presero parte al conflitto e parecchi di loro riportarono ferite di notevole gravità che, in qualche caso fece rasentare la morte, ma che dopo lunga convalescenza si risolse in maniera non nefasta. Uno di questi casi è quello del militare Giuseppe Scollo, classe di leva 1896, il quale fu chiamato alle armi il 7 Dicembre 1915 e riportò una gravissima ferita nel combattimento avvenuto il 21 Agosto 1917. Poco tempo dopo, il 17 Ottobre del 1918 poi ritornò in un territorio dichiarato in stato di guerra. A questo reduce l’Associazione dei Rosolinesi in Siracusa, dopo adeguate e documentate ricerche, ha dedicato una pubblicazione per richiamarne la memoria di chi lo conobbe, che rischiava di andare perduta, e per farlo conoscere a chi non sapeva neanche della sua esistenza, per certi versi esemplare.
 
di Redazione (pubblicato il 05/11/2017 alle  20:17:52, nella sezione EVENTI,  243 letture)
Debutto nella narrativa di Alessandro Marinaro, autore del libro "Storie di presunti imbecilli", edito da A&A Edizioni. Regista e sceneggiatore catanese, Marinaro presenterà anche a Siracusa, dopo averlo fatto alla Feltrinelli di Catania, il suo libro nella Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia, sabato 18 novembre alle ore 18,30. "Storie di presunti imbecilli" è una raccolta di racconti surreali e grotteschi in cui l’autore, giocando con stilemi desunti da Verga a Pirandello, da Maupassant a Cechov, passando per Gogol, Mann, Buzzati, racconta la Sicilia e i suoi “invisibili”, gente che magari non voleva essere raccontata, ma che sicuramente sarebbe fiera di interessare i lettori. Sono personaggi bizzarri e densi di umanità, di cui ridiamo e che compatiamo, ma che hanno sempre qualcosa di eroico nel loro “volerci essere” a tutti i costi. Una insopprimibile volontà di vita in questa rivendicazione del diritto di essere imbecilli, a volte costretti dalla vita e dalle circostanze ad apparire tali. Qualcuno lo fa con assoluta innocenza, qualcun altro con una certa baldanza: diversi modi di essere imbecilli che restituiscono l’ampia gamma della fragilità umana. Alessandro Marinaro, conosciuto soprattutto come regista cinematografico, ha ottenuto importanti riconoscimenti con i suoi film ma, negli ultimi anni, ha partecipato a diversi concorsi letterari, rientrando fra i 25 vincitori del concorso "Racconti nella Rete" con la breve novella "La scoperta del piccolo Emmanuele", inclusa poi nell'antologia edita da Nottetempo. Nella serata del 18 novembre a presentare il libro di Marinaro sarà il semiologo Salvo Sequenzia. Intervento musicale di Paolo Greco, musicoterapeuta.
 
di Redazione (pubblicato il 02/11/2017 alle  21:19:09, nella sezione EVENTI,  220 letture)
Avrà luogo sabato 4 novembre 2017 alle ore 18,00 presso la Mediterranea Art Gallery di Via Dione 21 in Ortigia un altro "Incontro con l'autore". E' la volta del prof. Giuseppe Di Mari, docente nei licei, di cui sarà presentato, a cura della prof.ssa Lucia Arsì, il libro di poesie "Primizie". L'incontro sarà introdotto dal giornalista e scrittore Raimondo Raimondi, direttore della Mediterranea, e si avvarrà degli interventi musicali "percussion live" del musicoterapeuta Paolo Greco, musicista che partecipa ogni anno all'Osho Festival, il più grande festival della meditazione del mondo di Osho, che nel 2017 si è tenuto al Palacongressi di Bellaria. Giuseppe Di Mari, docente di italiano e latino presso il Liceo Classico Gargallo di Siracusa, ha scritto questa raccolta di poesie, dal sapore a volte di elegiaca reminiscenza, altre volte di ispirazione intimistica, rivolto ai suoi amori e agli affetti familiari, esprimendo il bisogno dell'autore di raccontarsi e di raccontare quindi vicende ed esperienze che lo hanno segnato nel bene o nel male nel corso della sua esistenza. Un impegno letterario che è un atto di fede nella vita e nell'amore, due grandi misteri che all'essere umano non è dato svelare. Alcune poesie saranno lette da Rosetta Barcio, quindi Di Mari accompagnerà tutti i presenti in un "Viaggio nella Commedia Dantesca"
 
di Redazione (pubblicato il 01/11/2017 alle  09:10:52, nella sezione EVENTI,  200 letture)
"Teatro nel Cuore", la rassegna organizzata dal Teatro Stabile di Augusta, dopo l’indiscusso successo dello scorso anno, torna alla sua seconda edizione per la stagione teatrale 2017/18. La scelta del direttore artistico Mauro Italia per le cinque serate al Teatro Cannata di Città della Notte è ancora una volta di grande impatto, un'offerta artistica tutta pensata e voluta per il pubblico di Augusta e non solo, più che una rassegna un vero e proprio evento quello dello Stabile, che vede in programma spettacoli di ottima levatura artistica, con la presenza in cartellone di artisti locali e nazionali. La serata d'apertura di questa seconda edizione è prevista per il 24 novembre 2017 con la commedia "Se Ti Sposo, Mi Rovino". Apre il 2018, domenica 28 gennaio, il debutto di una nuova realtà amatoriale augustana fondata con l’esperienza di attori megaresi “Attori per Caso”, che diretti da Antonella Liggieri propongono “Un Killer di nome Damigiana” un classico del teatro dialettale nostrano. Un augustano doc è il protagonista della terza serata che, dopo oltre 60 repliche e tutt'ora impegnato in un tour nazionale, torna a casa il 25 febbraio: Antonello Costa in compagnia della sorella Annalisa, tre showgirl e il famoso “principe cacca” di Zelig, Giampiero Perone, nel suo "Mastercost". Teatro nel Cuore offre in rassegna anche il teatro d’autore della prestigiosa compagnia de “Il Teatro dei Saitta” e per la regia di Eduardo Saitta la commedia “Tra mia moglie e lo zio, chi ci perde sono io “. Altra presenza prestigiosa prevista sul palco il 18 marzo è quella di Aldo Mangiù, figlio di Carlo Mangiù, fondatore del Teatro Popolare Siciliano, compagnia che ha vantato presenze artistiche del calibro di Rosina Anselmi e Turi Ferro. In chiusura il 15 aprile, come sempre la compagnia di casa, il Teatro Stabile di Augusta in un lavoro dal titolo “Don… un fidanzato per due figlie” liberamente tratto da un film e portato sulle scene in un adattamento teatrale firmato dallo stesso regista Mauro Italia.
 
di Redazione (pubblicato il 29/10/2017 alle  21:18:53, nella sezione EVENTI,  197 letture)
Serata all'insegna della spiritualità quella di sabato 28 ottobre alla Mediterranea Art Gallery di via Dione a Siracusa, durante la quale è stato presentato il personaggio di Osho Rajneesh, conosciuto semplicemente come Osho, un mistico e maestro spirituale indiano, che acquisì fama internazionale. Le sue posizioni anticonformiste suscitarono scalpore e reazioni controverse. Lo ha presentato un suo seguace, il sannyasi musicoterapeuta Paolo Greco, che ogni anno è presente al Festival Osho che si svolge a Bellaria attirando adepti da tutto il mondo, durante il quale il musicista interviene con la sua musica dell'anima, le sue percussioni che creano melodie adatte alla meditazione. Gli insegnamenti di Osho sono volti al risveglio spirituale dell'individuo ed enfatizzano l'importanza della libertà, dell'amore, della meditazione e della gioiosa celebrazione dell'esistenza, valori che egli riteneva ostacolati dai sistemi di pensiero imposti dalla società e dalle fedi religiose. Osho invitò l'uomo a vivere in armonia e in totale pienezza tutte le dimensioni della vita, sia quelle interiori che quelle esteriori, poiché ogni cosa è sacra ed espressione del divino. Paolo Greco ha dialogato sul tema con lo scrittore e poeta Raimondo Raimondi, proiettando anche un filmato dei discorsi di Osho. Dopo un intermezzo di performance musicale, è stata la volta di Rosetta Barcio che ha interpretato alcune delle poesie partecipanti al Premio Artisti Costruttori di Pace, bandito da OKArte, il cui termine ultimo per la partecpazione scade il 31 ottobre, mentre nel mese di novembre avrà luogo la premiazione, non solo della sezione Poesia ma anche di quella riservata alle Arti Visive.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 18/10/2017 alle  12:07:39, nella sezione EVENTI,  185 letture)
Venerdì 20 Ottobre il Biblios Cafè di via del Consiglio Reginale, in Ortigia, festeggia 3 anni di incontri, laboratori, idee e presentazioni. Venerdì sarà anche l’occasione di presentare una nuova realtà editoriale, tutta siciliana. Saranno presenti infatti i ragazzi di "Suq Magazine”. "Suq Magazine” è la Sicilia, quella mai raccontata. Suq si autodefinisce "una rivista indipendente nata da chi della Sicilia ha sentito prima di tutto la nostalgia. 160 pagine da sfogliare e da collezionare. Quella che trovi frugando tra ciò che conosci e ciò che non sai ancora. Che sia a pochi o a molti chilometri da te non importa perché ciò che conta davvero è lo sguardo, quello senza distanze capace di afferrare lo sconosciuto" Il Biblios Cafè è una bella realtà creata da Paola Tusa con tanta passione per l'arte e la cultura e tanta capacità imprenditoriale.
 
di Redazione (pubblicato il 17/10/2017 alle  13:38:44, nella sezione EVENTI,  346 letture)
foto accollaSaranno presentate ad Augusta il 20 ottobre, alle 20,30, a Palazzo Zuppello, le opere del pittore siracusano Salvatore Accolla, salito alla ribalta delle cronache d'arte nazionali recentemente, dopo che Daniela Rosi, docente di "Progettazione per la pittura" all'Accademia di Belle Arti di Verona, in un suo recente soggiorno a Siracusa ha ritenuto Accolla un artista "fuori serie", organizzandogli una mostra a Torino, presso il Polo delle Arti Relazionali e Irregolari, a Palazzo Barolo. E' il Rotary Club di Augusta, nella persona del suo Presidente Dott. Fabrizio Romano che ha voluto dedicare al pittore siracusano l'incontro durante una conviviale, presente il manager dell'artista Benedetto Speranza e il critico d'arte Dott. Raimondo Raimondi, giornalista direttore di Dioramaonline, che ha esporrà al pubblico dei rotariani e degli ospiti la poetica pittorica di Salvatore Accolla e le sue vicissitudini di vita ai margini della società e della sanità mentale. "La riconoscibilità immediata di un quadro di Accolla, - ha scritto Raimondi - la tipicità della sua tematica e della sua cromia, fa si che, anche quando il soggetto ritratto potrebbe essere giudicato apparentemente banale, l’opera riesce comunque ad assumere una grande valenza estetica". Il regista Paolo Boriani ha effettuato con Accolla giorni e giorni di riprese durante la scorsa estate per ricavarne un film. Il titolo del lungometraggio è "Accolla e il cavallino rosso di Ortigia", ambientato nell'isola di Ortigia, dove è la casa del pittore.
 
di Redazione (pubblicato il 16/10/2017 alle  10:51:34, nella sezione EVENTI,  176 letture)
Anteprima siracusana sabato 21 ottobre alle ore 19,00 del romanzo "Il grande chihuahua", ultima fatica letteraria del duo Luca Raimondi e Joe Schittino, che già avevano prodotto a quattro mani il precedente romanzo "Cerniera lampo". Ora i due autori tornano in pista con "Il grande chihuhaua", romanzo ben più ambizioso e rischioso, piuttosto eccentrico rispetto ai canoni della narrativa italiana contemporanea. Edito da Augh! Edizioni (Gruppo editoriale Alter Ego), sarà disponibile da fine ottobre nelle migliori librerie e on line. Relazionerà sul romanzo la professoressa Mariateresa Asaro, con interventi musicali del percussionista e musicoterapeuta Paolo Greco. Uccidere soltanto perché si può fare. Per il gusto di farlo. È questa la motivazione principale che spinge il protagonista di questa storia irriverente e venata di umorismo grottesco, scritta da Luca Raimondi e Joe Schittino. Giovane universitario catanese, iscritto alla facoltà di Filosofia, di famiglia borghese, sceglie le proprie vittime vagando per le strade meno trafficate dei piccoli paesi limitrofi. Lo fa casualmente, senza alcuna apparente motivazione logica, sfogando in questo modo la sua follia omicida. Una violenza brutale e gratuita. Nessuna legge morale, civile o religiosa, può impedirglielo. Al di là del bene e del male. In sottofondo la musica dei Beatles e al suo fianco il piccolo chihuahua Grande. L’incontro con l’intrigante Carmen F. Beretta, aspirante poetessa, incrinerà alcune delle sue certezze più profonde, spingendolo a scoprire una parte di sé che non avrebbe mai creduto potesse esistere. Ma chi è veramente Carmen? E, soprattutto, cosa sta a significare quella “F”?
Luca Raimondi è nato ad Augusta (Sr) nel 1977. Pedagogista, vive e lavora a Siracusa. Tra le sue pubblicazioni i saggi “Nient’altro che un sogno. Pasolini e la Trilogia della vita” (Bastogi, 2005), “Il pensiero pedagogico di Pier Paolo Pasolini” (Sampognaro & Pupi, 2006), “Comunicare la cultura” (Bonanno, 2007) e i romanzi “Cuore del vuoto” (Edizioni Dell’Ariete, 1998), “Marenigma” (Aracne, 2009), “Se avessi previsto tutto questo” (Edizioni Il Foglio, 2013) e “Tutto quell’amore disperso” (Edizioni Il Foglio, 2014). Joe Schittino (Siracusa, 1977) è laureato in Lettere e diplomato in Composizione all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma. La sua musica è edita da Suvini Zerboni, Gamma ed Ebert Musikverlag, e radiotrasmessa ed eseguita in tredici Paesi europei, Russia, Iran, Taiwan e USA. Luca Raimondi e Joe Schittino hanno pubblicato nel 1996 il romanzo “Cerniera lampo”, la cui seconda edizione è uscita nel 2016 per le Edizioni Il Foglio.
 
di Redazione (pubblicato il 15/10/2017 alle  19:02:16, nella sezione EVENTI,  185 letture)
Il Van Gogh di Floridia ricorda l'artista floridiano Nuccio Vasile con la estemporanea di pittura a lui dedicata giunta alla terza edizione che si è svolta domenica 15 ottobre 2017, a partire dalle ore 9.00 e per l’intera giornata sino alle 18.00, nel locale e lungo la via Maesano. Alla Extempore Van Gogh 3° memorial Nuccio Vasile hanno aderito pittori e scultori che hanno all’attivo mostre personali e che hanno partecipato a numerose collettive ricevendo premi prestigiosi, oltre ad amanti e ad appassionati d’arte. La giuria era composta dal professore Nino Sicari, dall’architetto Paolo Vendetti e dal semiologo Salvo Sequenzia. L’evento, promosso e organizzato da Concetta Bazzano e Martino Failla, ha voluto rendere omaggio alla memoria di un artista molto apprezzato e di grande sensibilità, venuto prematuramente a mancare. Nuccio Vasile, insieme ad altri noti artisti, aveva operato al Van Gogh realizzando alcune riproduzioni d’autore di celebri dipinti. Vasile, dopo la formazione giovanile all’istituto d’arte di Siracusa, perfezionò i suoi studi a Milano, frequentando i corsi di scultura di Luciano Minguzzi e quelli di nudo di Dante Spelta. Esponente della Transavanguardia, negli anni Settanta fu fondatore del Gruppo Studio 7 a Brescia, e, successivamente, alla fine degli anni Ottanta, del laboratorio d’arte contemporanea Gruppo F, insieme allo scultore floridiano Lino Tinè, ai pittori Nino e Tano Brancato, Vittorio Adorno, Nino Burgio e al semiologo Salvo Sequenzia. Nuccio Vasile aveva anche eseguito alcuni dipinti nella chiesa Madre di Floridia. L’estemporanea ha inteso sposare anche un impegno civico di promozione della sensibilità e dei talenti artistici che operano nella comunità locale.
 
di Redazione (pubblicato il 09/10/2017 alle  07:53:25, nella sezione EVENTI,  179 letture)
Sabato 14 ottobre alle 18,00 altro appuntamento presso il Centro Studi Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 in Ortigia, dove avrà luogo un "Incontro con L'Autore". Protagonista Antonio Sparatore che dialogherà con Raimondo Raimondi intorno alle sue numerose opere letterarie, mentre alcuni brani verranno letti da Rosetta Barcio. Sparatore di mestiere è ingegnere, in pensione da alcuni anni e con un pò più di tempo a disposizione, per cui ha iniziato a scrivere libri, tutti pubblicati in self-publishing sul sito della Feltrinelli ilmiolibro.it e reperibili su Amazon. Sono lavori di diverso genere. Quattro di essi, ad esempio, sono gialli con protagonista un ingegnere chitarrista di nome Lo Re (Libro zero, Eris, LoReTrè, Il sogno del sindaco). "Una sera con la musica" è un libretto dedicato a una generazione fortunata: i ragazzi del ‘50. Poi c'è “Matilde”, che verrà presentata sabato in versione illustrata quale ultima sua fatica, una favola già pubblicata senza illustrazioni alcuni anni fa e che oggi è anche in versione illustrata con i disegni di Cristina Rotoloni e in tale nuova veste viene presentata al pubblico per la prima volta. Sparatore è anche un musicista. Suona la chitarra e con i suoi testi fa spettacoli di reading e musica. Se volete saperne di più andate su Google e su Youtube. Cercate Antonio Sparatore. Vi si apriranno parecchie pagine.
 
di Redazione (pubblicato il 08/10/2017 alle  20:05:48, nella sezione EVENTI,  146 letture)
Sabato 7 ottobre la Mediterranea Art Gallery di via Dione 21 a Siracusa ha ospitato la presentazione del libro di poesie di Raimondo Raimondi dal titolo "Tempo di Fughe", edito da A&A edizioni di Luigi Augelli. E' l'ultima fatica letteraria di questo autore siracusano che segue di stretta misura il romanzo "La cattiveria del silenzio" pubblicato pochi mesi fa per le edizioni Il foglio di Gordiano Lupi, casa editrice toscana. I tanti estimatori dello scrittore Raimondo Raimondi attendevano da tempo una sua nuova silloge poetica. La voce di questo autore (scrittore, giornalista e critico d'arte) si alza dolente e tomentata per raccontare le proprie emozioni ed esperienze di vita, ma anche il sentimento del tempo, il dramma della contemporaneità, il tema delicatissimo e attuale dei migranti, espresso con lirica compartecipazione, il tema del femminicidio, quello poderoso dell'inquinamento dell'ambiente e delle coscienze. "Tempo di fughe" si nutre anche della nostalgia di un tempo passato, il tempo della memoria, della giovinezza trascorsa, irrecuperabile ma vissuta appieno, senza rimpianti né ripensamenti. Una silloge di 64 poesie tutte da godere nel silenzio di una buona lettura che appaga l'anima e fa riflettere. Raimondo Raimondi vive a Siracusa. Giornalista pubblicista, si occupa di letteratura e di critica d'arte. Ha pubblicato numerosi libri di poesia, narrativa e saggistica ed ha, inoltre, curato l'edizione di vari cataloghi d'arte. Ha ricevuto recentemente il prestigioso Premio alla Sicilianità per la poesia Cav. Pippo Bertoni. Durante la serata di presentazione ha relazionato il semiologo prof. Salvo Sequenzia, autore anche della prefazione del libro, ha letto alcune liriche la brava Rosetta Barcio e i numerosi presenti hanno potuto apprezzare interventi musicali live del noto percussionista e musicoterapeuta Paolo Greco. Un ricco cocktail e la tradizionale dedica e firma dell'autore sui libri venduti hanno concluso la serata, in un'atmosfera di arte, cultura e socialità.
 
di Redazione (pubblicato il 08/10/2017 alle  20:03:28, nella sezione CRONACA,  234 letture)
Movimento 5 Stelle (presidente, Giancarlo Cancelleri): Stefano Zito, Teresa Lauria, Giorgio Pasqua, Fabio Fortuna e Paola Cassese. Lista Cento passi per la Sicilia presidente, Claudio Fava): Marco Arezzi, Gaetano Cancemi, Alessia Piccione, Annalisa Stancanelli, Mariano Storaci. Lista Siciliani Liberi (presidente, Roberto La Rosa): Luna Stella Sole, Cosimo Azzaro, Leda De Angelis, Gianmarco Barraco, Paolo Raudino. Lista civica per il lavoro (presidente, Piera Loiacono): Sebastiano Melluzzo, Nuccia Burgaretta, Maria Alescio, Maria Campanella, Simona Quadrano. Noi Siciliani con Busalacchi – Sicilia libera e sovrana (presidente, Franco Busalacchi): Maria Ventura, Giuseppe Bandiera e Luigi Barbera. Casa Pound (presidente Pierluigi Reale): Franco Napolitano, Pietro Giummo, Giovanna Maria Ferrara Coalizione per il presidente Nello Musumeci: Forza Italia: Edy Bandiera, Antonello Rizza, Franco Zappalà, Rossana Cannata, Veronica Moncada. Udc: Pippo Sorbello, Gianbattista Coltraro, Nicky Paci, Costanza Castello, Carola Parano. Lista idea Sicilia – Popolari e autonomisti: Pippo Gennuso, Eugenio Maione, Daniela Ternullo, Irene Sauro, Sebastiano Dell’Albani. Lista Musumeci Presidente, Fratelli d’Italia, Noi con Salvini: Paolo Cavallaro, Cetty Vinci, Noemi Agnello, Giuseppe Napoli, Andrea Stefano Falconeri. Coalizione per il presidente Fabrizio Micari: Partito Democratico: Paolo Amenta, Bruno Marziano, Giovanni Cafeo, Ester Galioto, Flora Incontro. Alternativa popolare – Centristi per Micari: Vincenzo Vinciullo, Gaetano Cutrufo, Nadia Sardone, Loredana Spuria, Flora Venezia. Sicilia Futura: Raffaele Grienti, Tiziana Brundo, Gianni Cassarino, Cristian Bosco, Tiziana Deuscit.
 
di Raimondo Raimondi (pubblicato il 05/10/2017 alle  20:18:10, nella sezione EVENTI,  159 letture)
Un successone di pubblico e di vendite il debutto nella narrativa di Alessandro Marinaro, autore del libro "Storie di presunti imbecilli", con piena soddisfazione anche del suo editore Luigi Augelli, patron delle A&A Edizioni. Mercoledì 4 ottobre, infatti, è stato presentato presso la Libreria Feltrinelli di Catania, in via Etnea, il libro del regista e sceneggiatore catanese davanti a un foltissimo pubblico che, malgrado la pioggia, ha voluto raggiungere la libreria per godersi la serata che ha registrato l'intervento delll’attrice teatrale e cinematografica Evelyn Famà e del giornalista Orazio Vecchio. "Storie di presunti imbecilli" è una raccolta di racconti surreali e grotteschi in cui l’autore, giocando con stilemi desunti da Verga a Pirandello, da Maupassant a Cechov, passando per Gogol, Mann, Buzzati, racconta la Sicilia e i suoi “invisibili”, gente che magari non voleva essere raccontata, ma che sicuramente sarebbe fiera di aver attratto lo sguardo di Marinaro. Personaggi bizzarri e densi di umanità, di cui ridiamo e che compatiamo ma che hanno sempre qualcosa di eroico nel loro “volerci essere” a tutti i costi. Un’insopprimibile volontà di vita che rivendica il diritto di essere imbecilli, a volte costretti dalla vita e dalle circostanze ad apparire tali. Qualcuno lo fa con assoluta innocenza, qualcun altro con una certa baldanza: diversi modi di essere imbecilli che restituiscono l’ampia gamma della fragilità umana.
 

 1634 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
ARTE (222)
ASTROLOGIA (8)
CINEMA (59)
COSTUME E ATTUALITA' (113)
CRONACA (722)
CULTURA (195)
EDITORIALI (26)
EVENTI (288)
LIBRI (181)
SPORT (24)
VIDEO (18)

Catalogati per mese:
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

Gli interventi piů cliccati

< novembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo

 



Titolo
fotografie (3)
intestazione (1)

Le fotografie piů cliccate


Titolo


19/11/2017 @ 22:20:31
script eseguito in 255 ms